Home Catene di caffetterie Starbucks a T...

Starbucks a Torino ancora si fa attendere ma potrebbe aprire in stazione

costa asiatica Starbucks
Un'insegna Starbucks

TORINO – E’ passato poco tempo da quando il Ceo di Starbucks Kevin R. Johnson ha fatto visita all’Itaila. Il 16 maggio infatti, ha partecipato all’European Leadership Summit 2019 di Milano. Dove i top manager europei del gruppo hanno potuto dialogare tra loro. La questione scottante che è emerso durante l’evento, è stato quello dell’apertura del prossimo Starbucks a Torino. Proprio nello stesso giorno in cui veniva aperto un altro store della catena nel capoluogo lombardo, vicino alla Stazione Centrale.

Leggiamo le dichiarazioni e le indiscrezioni del Ceo Starbucks, dal sito mole24.it.

Starbucks a Torino: dove e quando?

Il colosso di Seattle ha deciso di puntare sull’Italia, Paese ostico data la tradizione italiana del caffè, partendo dalla città meneghina. Dalle aperture milanesi partirà il piano di espansione in Italia di Starbucks, che prevede ben 15 nuove aperture nei prossimi anni, a partire dalla città medio-grandi del Nord e del Centro, come Torino, Firenze, Venezia, Bologna, Padova e Verona, continuando poi con Roma, Napoli e altre città.

Le indiscrezioni sulla possibile location torinese in cui aprirà il re del Frappuccino parlano di un locale presso la Stazione di Porta Nuova

Dove il marchio con la Sirena potrebbe trovare spazio al primo piano, nell’affaccio sui binari, di fianco alla Feltrinelli. Nonostante ciò, non c’è ancora nulla di ufficiale e le ipotesi sulla zona in cui sorgerà il primo Starbucks torinese si sprecano.

Dunque, bisognerà attendere ancora qualche settimana per comprendere meglio le strategie dell’azienda.