martedì 09 Agosto 2022

Sonnellino al posto della pausa caffè: un nuovo business da 10€ a New York

Nel 2016 un'indagine della Rand Corporation aveva valutato che il deficit di riposo aveva un impatto di circa 350 miliardi di euro sull'economia statunitense. La soluzione è il business del sonnellino

Da leggere

MILANO – Muoversi secondo i ritmi sincopati di New York costa diverse energie. Per affrontare una velocità costante, il caffè o un energy drink all’occorrenza possono dare una mano. Ma ad un certo punto è necessario davvero fermarsi. Magari con un sonnellino.

E la pausa per ricaricare le batterie durante l’orario di lavoro sta diventando un’opzione sempre più gettonata dai newyorkesi. Una moda emergente, quella del breve riposino, ritenuta salutare ed efficace per ritornare in pista con la giusta grinta.

Sonnellino: un vero e proprio business

Il bisogno cui dare una risposta è semplice, offrire un break durante la giornata, ma a cambiare possono essere la location e i servizi accessori.

Tre mesi fa, come ha raccontato l’Agenzia France Presse, ha aperto Nap York vicino a Penn Station: l’azienda offre la possibilità di schiacciare un sonnellino da mezz’ora in una cabina in legno. Sia di giorno che di notte, al prezzo di circa 10 euro.

«Volevamo accogliere tutti i newyorkesi esausti», ha spiegato all’Afp, Stacy Veloric, direttore marketing di Nap York. «E’ davvero difficile trovare pace e tranquillità all’interno di una metropoli».

L’attività è partita con sette cabine

Ma la richiesta è stata talmente elevata che sono state aggiunte altre 22 postazioni; mentre in previsione c’è anche l’installazione di amache sul tetto dell’edificio.

Potrà far sorridere l’idea del business del sonnellino, ma il deficit di riposo è un problema piuttosto serio negli Stati Uniti. Secondo il centro statunitense per il controllo infatti, è la prevenzione delle malattie, circa un terzo degli americani dorme meno del dovuto.

Se pensiamo alle fatidiche otto ore di sonno, solo un newyorkese su quattro può beneficiare di questo riposo. Quasi la metà, è quanto emerge da un recente sondaggio del Siena College, dorme sei ore o meno per notte.

Gli effetti collaterali della carenza di sonno si ripercuotono poi nella vita quotidiana

Con malumore, scarsa produttività sul lavoro, scarsa concentrazione. Le persone non si sentono bene, ma anche l’economia ne soffre.

Nel 2016 un’indagine della Rand Corporation aveva valutato che il deficit di riposo aveva un impatto di circa 350 miliardi di euro sull’economia statunitense.

Ci sono anche soluzioni più lussuose di Nap York. Una è la YeloSpa

Una sorta di centro benessere dedicato al riposo, situata lungo la Fifth Avenue, più o meno davanti alla Trump Tower. Qui ci si può coricare in un’atmosfera da film di fantascienza: abitacolo esagonale, letto sospeso, e poi tutta una serie di accessori e suggestioni per abbassare la frequenza cardiaca e favorire il sonno.

La tariffa va a minuti

Un dollaro per ogni giro di lancette, con un minimo di 20 minuti e un massimo di 40. Chi ha già diversi anni di esperienza alle spalle è MetroNaps, società che dal 2004 progetta delle capsule per sonnellini veloci. «Gli atteggiamenti delle persone sono cambiati drasticamente negli ultimi 15 anni, c’è molta più consapevolezza dell’importanza del sonno e del beneficio», ha spiegato il fondatore Christopher Lindholst. Invece della pausa caffè o sigaretta, si fa quindi spazio la pennichella metropolitana.

Ultime Notizie