Home Notizie Fiere e Manifestazioni A Rimini atte...

A Rimini attesi 160.000 buyers, 33.000 stranieri da 180 Paesi. Collegati 7 aeroporti

Disponibile un treno per gli spostamenti fra Santarcangelo e Cattolica. Sono 28 i treni giornalieri, in accordo con Trenitalia. Fermata alla stazione ‘RiminiFiera’. Navette in collegamento continuo col quartiere da Riccione e da Bellaria

Sigep Rimini
Una veduta notturna dell'entrata del quartiere fieristico riminese

RIMINI -All’inizio della settimana che porta al Sigep parliamo di investimenti e organizzazione della manifestazione romagnola. E’ eccezionale lo sforzo compiuto da Ieg e dal territorio circostante l’evento, per accogliere al meglio la presenza di oltre 160.000 buyers attesi a Sigep 2018. Dal 20 al 24 gennaio prossimi.

Sigep. Alcune stime

Sono 33.000 gli stranieri attesi, da 180 Paesi. Per agevolare i trasferimenti saranno sette gli scali aeroportuali collegati alla Fiera di Rimini da bus navetta: Bologna, Milano Linate; Roma Fiumicino, Falconara, Venezia. Treviso e Bergamo.

La novità 2018

E’ l’allestimento di un treno Sigep che si muoverà fra le stazioni di Cattolica (cinque fermate) e Santarcangelo, in entrambe le direzioni.

Una direttrice strategica

Sia per gli operatori dell’area, sia per quelli che soggiorneranno negli hotel della zona e della riviera.

A Sigep esporranno 1.250 imprese

Sono 900 gli eventi in programma fra quelli del calendario ufficiale e quelli a cura degli espositori.

Il quartiere si presenterà con una dimensione record e sold out. Dopo l’ultimo step di ampliamento, l’area espositiva è ora di 129.000 metri quadri; raggiunti con i lavori degli ultimi 18 mesi e compiuti senza mai interferire con le manifestazioni in corso. Sono 21,5 milioni, i capitali investiti per l’ampliamento.

Arrivo e partenza in treno

Confermato l’accordo con Trenitalia per garantire un congruo numero di fermate alla stazione ‘RiminiFiera’ sulla tratta Milano/Lecce, in entrambe le direzioni ed evitare le tradizionali code in automobile.

Saranno 28 le fermate giornaliere. Ben 14 in direzione sud, altrettante in direzione nord.

Per il treno speciale tra Cattolica e Santarcangelo, la mattina partenza da Cattolica alle 7.28 e alle 8.51; da Santarcangelo alle 8.20.

Rientri serali da RiminiFiera; alle 17.15 e 18.46 verso Cattolica e dalle 18.12 verso Santarcangelo.

Tutte le informazioni, gli orari e le agevolazioni sono disponibili sul sito www.sigep.it o www.trenitalia.com

Bus navetta

Ieg ha approntato bus navetta gratuiti che si muoveranno sul litorale degli alberghi con fermata alla Fiera di Rimini.

La Navetta A, partirà dall’Hotel Ascot di Miramare ogni mattina; nove le corse in programma fra le 8.00 e le 10.00 con otto fermate. Cinque corse in partenza dalla Fiera di Rimini a fine giornata; dall’ingresso Est, fra le 17.15 e le 18.30.

La Navetta B partirà da Piazza Marvelli. (sette corse fra le 8.00 e le 9,35). Cinque corse di rientro sempre dall’Ingresso Est, fra le 17.15 e le 18.30, con sette fermate.

Un altro bus navetta

Collegherà quindi Sigep con Bellaria (Lungomare Cristoforo Colombo n. 40). 15 le tappe. Prima corsa la mattina alle 7.55, ultima alle 9.25. Sette le partenze. La sera infine, dall’ingresso Est, cinque ripartenze fra le 17.15 e le 19.30.

Si aggiungerà poi un bus navetta gratuito e mattutino dalla stazione di Riccione verso la Fiera di Rimini.

Bus di linea

I bus di linea da utilizzarsi sono il n. 5 e n.10. Collegano infatti la fiera da San Mauro Pascoli e da Miramare in entrambe le direzioni.

In auto

Per chi arriverà in auto, i parcheggi del quartiere sono pronti già a ricevere 11.000 autoveicoli nelle quattro aree attrezzate,

Ai parcheggi Sud, Est e Ovest saranno inoltre attive le colonnine di ricarica per i veicoli elettrici dotate di prese per auto e moto.

Il sito www.sigep.it è organizzato per offrire tutte le informazioni e gli orari dei mezzi di trasporto alla pagina http://bit.ly/2CUSDph

Le istruzioni sulle modalità di partecipazione a Sigep

Sono state ampiamente diffuse via newsletter; tramite comunicazioni dirette agli espositori e poi ai media.