Home Analisi di mercato Prezzi del ca...

Prezzi del caffè raggiungono nuovi massimi, mentre l’Ico taglia le stime per il 2020/21

export mondiale ICO
Il logo dell'Ico

MILANO – Continua la corsa al rialzo dei prezzi del caffè. Giovedì 6 maggio, l’Ice Arabica ha superato nuovamente la soglia del dollaro e mezzo: la scadenza luglio ha chiuso a 154,30 centesimi, nuovo massimo storico dal gennaio del 2017. A Londra guadagni più contenuti, con il contratto principale che si rivaluta di 9 dollari concludendo la giornata a quota 1.547. Il rally in corso sui mercati del caffè si riflette nelle statistiche del rapporto Ico per il mese di aprile, diffuso nel pomeriggio di ieri.

La media mensile dell’indicatore composto registra il suo sesto incremento consecutivo (+1,4%) e vola a 122,03 centesimi, il livello massimo da settembre 2017.

Gli apprezzamenti più consistenti riguardano, ancora una volta, gli indicatori degli arabica, con colombiani dolci, altri dolci e brasiliani naturali, che si rivalutano rispettivamente del 2,4%, 1% e 1,7%. I robusta crescono dello 0,8%.

L’indicatore di New York guadagna il 2,3%; quello di Londra arretra dello 0,2%.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.