venerdì 01 Marzo 2024
  • CIMBALI M2
  • Triestespresso

Pompadour: il leader delle bevande calde e d’infusione supera i 38 milioni

Pompadour segna un fatturato di 38 mio di € (+23%). e un risultato aziendale in crescita del +25%.

Da leggere

Dalla Corte
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – Dal 1913 Pompadour è sinonimo di tisane e infusi di qualità, grazie alla selezione accurata delle materie prime e alla sapiente creazione delle miscele. Un’azienda con un fatturato di 38 mio di € (+23%). Può vantare inoltre un risultato aziendale in crescita del +25%.

Pompadour: la storia aziendale

Fondato da Teekanne, la più grande casa da tè tedesca. Un marchio che è arrivato in Italia nel 1964 ed ha subito conquistato il mercato delle bevande calde a infusione.

Triestespresso

Un settore del quale ormai è leader con i suoi bestseller Finocchio e Zenzero Limone.

La data di partenza dell’attività è il 1913

Quando il marchio Pompadour viene registrato dal gruppo tedesco Teekanne, attivo dal lontano 1882.

Repa

Un cambio di rotta avviene tra il 1914-1918. Per dare ai soldati al fronte la possibilità di riscaldarsi bevendo qualcosa di caldo,
Teekanne ha l’intuizione di confezionarlo in sacchettini già porzionati e pronti per l’infusione.

Dopo il periodo bellico

Teekanne vede la potenzialità di proporre le bustine da tè anche per il consumo in casa e decide di lanciarle sul mercato. (fino a quel momento, il tè veniva venduto solo
sfuso in pacchetto).

L’azienda sassone allora, si specializza anche nella costruzione delle macchine per il confezionamento delle bustine di tè. Queste ultime sono progettate dall’ingegnere Adolf Rambold e vengono vendute in tutto il mondo.

Fine 1949 Dopo anni di esperimenti

Teekanne Srl brevetta la bustina a doppia camera, che viene
riempita di tè sui due lati. In modo da permettere all’acqua di bagnare in modo ottimale il tè e di svilupparne l’aroma pieno.

Nel 1964 viene fondata a Bolzano la filiale per l’Italia, con il nome Pompadour Tè Srl

Negli anni ‘60 Pompadour inizia a vendere in Italia gli infusi di frutta e erbe, a partire da quello alla Rosa di Bosco®.
Mentre è nel 1996, l’ampliamento della gamma con le Tisane del Benessere.

Nel 1999 Pompadour Italia acquisisce il marchio Peter’s Tea House Trading, attivo nel settore retaii. Con negozi specializzati nella vendita di tè, infusi e tisane sfusi.

Si arriva agli anni più recenti del successo aziendale

E’ del 2011 il lancio della nuova linea Horeca, completamente dedicata ai Bar e agli Hotel.

2016: l’anno in cui Pompadour, con i suoi Infusi, è ormai leader di mercato con quote che superano il 60%. Guidando l’intero settore con i suoi bestseller: Finocchio e Zenzero Limone.

I dati parlano chiaro

Riassunti in una pratica tabella i numeri di un’azienda decisamente positivi.

pompadour

La gamma di prodotti

Ormai molto ampia: si spazia infatti dagli infusi alle erbe e alla frutta; sino ad una ricca linea di tisane funzionali e vari tipi di camomilla. Tra cui quella biologica e 100% italiana.

Nel 2017 ha il via la collaborazione con gli chef stellati Giancarlo Morelli e Norbert Niederkofler. L’azienda partecipa all’evento Care’s – The ethical Chef Days.

Pompadour è nota e apprezzata per la grande varietà di prodotti che propone

Dalle composizioni di frutta alle miscele benefiche a base di
erbe, oggi conta oltre 60 diversi prodotti e si conferma come l’assortimento più vasto del mercato italiano.

La bustina da infuso che ricorda una borsetta

Chissà se i fondatori del marchio si sarebbero mai immaginati questo successo quando idearono la prima bustina di tè; originariamente così simile ad una borsetta da soprannominarla “Pompadour”.

Essa infatti, ricordava la borsina in mussola piena di monete da distribuire ai poveri che Madame de Pompadour. La nobildonna francese vissuta nel Settecento alla corte di Luigi XV, era solita indossare alla messa domenicale.

Oggi il brand punta sulla scelta di materie prime eccellenti e sulla continua ricerca

Il il tutto con un occhio di riguardo ai temi di responsabilità sociale.

Dal 2011, Pompadour offre al canale Horeca un assortimento completamente dedicato. Pensato quindi, per soddisfare al meglio tutte le esigenze delle varie strutture ricettive. Dagli alberghi di lusso, ai bar, dalle pasticcerie alle baite di montagna.

L’offerta non si limita a infusi, tè e tisane

Questi di sicuro rappresentano ovviamente il core business
dell’azienda, ma prevede una serie molto ampia di accessori per la preparazione e la presentazione degli stessi. (bollitori, teiere, tazze e molto altro).

Nonché numerosi prodotti complementari (miele, dolcificante, zucchero bianco e di canna, ecc.).

Il sapere dei grandi chef Giancarlo Morelli e Norbert Niederkofler,

Loro partono da queste miscele e dimostrano, con fantastiche ricette, in che modo infusi e tisane possano essere utilizzati come ingredienti gourmet.

Diventando insomma protagonisti della tavola. Creando composizioni dal gusto inimitabile e sfruttando le proprietà
benefiche di erbe, frutta e spezie. Ormai sempre più ricercate anche per la costante crescita del trend salutistico.

La degustazione dei prodotti Pompadour

E’ stata fondamentale affinché gli chef potessero realizzare delle ricette equilibrate nel gusto e in grado di esaltare le proprietà organolettiche e nutrizionali di infusi e tisane.

Per ulteriori informazioni, prego rivolgersi a Isabel Adami: isabel.adami@pompadour.it

CIMBALI M2
  • TME Cialdy Evo
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie

  • Water and more
  • IMF
Carte Dozio
Mumac