lunedì 28 Novembre 2022

La nuova fase del Polo del Gusto, l’a.d. Macchione: “Un brand comune per i nuovi negozi”

Si tratterà di un nuovo formato distributivo che caratterizzerà anche le vendite online e conterrà prodotti Domori, Prestat e Dammann Frère, Agrimontana, Mastrojanni e Pintaudi. E proprio a Trieste, insieme a un’altra città del Triveneto ancora da definire, saranno ubicati i primi punti vendita del nuovo brand

Da leggere

Una nuova fase di sviluppo del Polo del Gusto ha inizio. La subholding del gruppo illy caratterizzerà anche le vendite online e conterrà prodotti Domori, Prestat e Dammann Frère, Agrimontana, Mastrojanni e Pintaudi. Leggiamo di seguito la prima parte dell’articolo di Luigi dell’Olio per Nordesteconomia.

Il nuovo formato distributivo del Polo del Gusto, subholding del gruppo illy

TRIESTE – Partirà da Trieste la nuova fase di sviluppo del Polo del Gusto, la subholding del gruppo illy che si occupa di tutti business extra-caffè.

“Stiamo definendo un nuovo brand, tecnicamente identificato come “umbrella”, che comparirà sui nuovi negozi che abbiamo in mente di creare nelle medie città, negli aeroporti, nelle stazioni ferroviarie e in altri luoghi in cui è possibile fare efficienza puntando sui grandi numeri”, racconta al Piccolo l’amministratore delegato Andrea Macchione.

Si tratterà di un nuovo formato distributivo, che caratterizzerà anche le vendite online e conterrà prodotti Domori, Prestat e Dammann Frère, Agrimontana, Mastrojanni e Pintaudi (da poco entrata a far parte del gruppo, è un’azienda triestina specializzata in prodotti da forno, biscotti e fette biscottate, con la famiglia che ha scelto di restare nell’azionariato per condividerne il percorso di crescita). E proprio a Trieste, insieme a un’altra città del Triveneto ancora da definire, saranno ubicati i primi punti vendita del nuovo brand.

“Siamo un gruppo internazionale, ma siamo anche convinti che sia prioritario dimostrare di essere bravi a casa nostra prima di spingerci oltreconfine nei progetti di crescita”, aggiunge Macchione. Questo modello distributivo si affiancherà ai monomarca che continueranno a operare come oggi, senza che siano escluse nuove aperture.

L’ad della subholding che ha in Riccardo Illy il presidente segnala come stia procedendo per il meglio l’integrazione di Pintaudi, mentre a livello di Polo si attende per l’esercizio in corso un aumento delle vendite, ma con marginalità sotto pressione.

Per leggere la notizia completa cliccare qui.

Ultime Notizie