venerdì 31 Maggio 2024
  • CIMBALI M2

Nutella: il 20 aprile 1964 è stato lanciato il primo barattolo

Tutto ebbe inizio in una pasticceria di via Rattazzi, ad Alba, durante la Seconda guerra mondiale. Fu qui che l’imprenditore cuneese Pietro Ferrero allestì un laboratorio dolciario in cui sperimentò ricette innovative per l’epoca

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
Water and more
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

Inizialmente l’iconico barattolo della Nutella simbolo di Ferrero fu confezionato nei famosi bicchieri Kristal, e uscì dalla fabbrica di Alba il 20 aprile 1964, per conquistare prima il mercato tedesco e poi quello degli Stati Uniti. Leggiamo di seguito la prima parte dell’articolo pubblicato sul portale d’informazione Fremondo Web.

La storia della Nutella

MILANO – Inizialmente, nacque come dolce dei poveri nel bel mezzo dei favolosi anni Sessanta, ma passò poco tempo e il mondo si accorse di non potere più farne a meno, scatenando un fenomeno sociale che non ha mai subito declino né una fase di crisi. La Nutella divenne da subito eccellenza del made in Italy, esaltata da poveri e ricchi, persone comuni e star, cinema e televisione. Tutto ebbe inizio in una pasticceria di via Rattazzi, ad Alba, durante la Seconda guerra mondiale.

Triestespresso

Fu qui che l’imprenditore cuneese Pietro Ferrero allestì un laboratorio dolciario in cui sperimentò ricette innovative per l’epoca. La pesante tassazione sull’importazione dei semi di cacao lo costrinse a cercare un ingrediente da associare al cacao, facilmente reperibile e dal costo contenuto.

Ecco che ebbe l’intuizione di utilizzare le nocciole, un prodotto tipico delle Langhe, dalle quali riuscì a ricavare una crema che commercializzò con il nome di Giandujot, in omaggio alla nota maschera del carnevale piemontese.

Fu venduta in blocchi da taglio, avvolti in carta stagnola, e la speciale pasta incontrò da subito il favore della clientela, specie dei meno abbienti che per il suo valore energetico la reputarono una colazione efficace per affrontare la giornata lavorativa.

Il Giandujot divenne talmente popolare e le richieste sempre più crescenti che Ferrero fu spinto ad abbandonare la semplice dimensione artigianale, dando vita nel 1946 a una vera e propria azienda, quella che ancora oggi conosciamo.

Per leggere la notizia completa basta cliccare qui.

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie

Carte Dozio