domenica 03 Luglio 2022

Mercati del caffè: continua l’apprensione per l’allarme gelate nelle aree brasiliane

Da leggere

MILANO – Il rischio gelate in Brasile fa di nuovo paura e i mercati tornano a ballare. Secondo Climatempo, il fronte freddo in arrivo porterà a un forte abbassamento delle temperature a partire da mercoledì, con possibili gelate anche nelle zone degli arabica di Minas Gerais e San Paolo. In Paraná, l’allarme potrebbe scattare sin da oggi.

È bene ribadire, ancora una volta, che il rischio appare comunque abbastanza basso, dal momento che il periodo di maggiore incidenza delle gelate è normalmente quello compreso tra giugno e luglio.

Ma in tutti gli operatori è ancora vivo il ricordo di quanto accaduto l’inverno scorso. E i mercati sono ipersensibili, vista anche la fragilità della situazione internazionale. Normale dunque la forte reattività agli impulsi speculativi.

A volare è stata, ancora una volta, New York. Il contratto per scadenza luglio dell’Ice Arabica si è rivalutato di 1.090 punti risalendo a 224,80 centesimi, massimo delle ultime tre settimane.

L’onda lunga è arrivata sino a Londra. L’Ice Robusta ha guadagnato, a sua volta, 47 dollari chiudendo 2.087 dollari. La situazione è destinata a rimanere tesa anche nei prossimi giorni, durante i quali gli operatori rimarranno con l’occhio costantemente puntato sugli aggiornamenti meteo provenienti dal sud America.

L’ascesa del Brasile: vantaggi e limiti

“L’efficienza del Brasile merita un plauso: questo paese sta insegnando al resto del mondo come produrre caffè in modo efficiente”.

L’ascesa del Brasile come produttore affidabile è fondamentale per gli equilibri futuri dei mercati, ma rischia anche di creare una pericolosa dipendenza da un singolo paese.

Così il direttore esecutivo di Volcafe Trishul Mandana durante il XXIII seminario internazionale di Guarujá.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.

Ultime Notizie