Home Senza Categoria Mc Donald&#82...

Mc Donald’s: negli Usa il cliente ustiona l’operatore per un caffè troppo acquoso

Mc Donald's IA Un'insegna McCafé, le caffetterie abbinate ai McDonald's
Un'insegna McCafé, le caffetterie abbinate ai McDonald's

MILANO – Quanto si può esser coffeelover? Quando una passione diventa una vera e propria ossessione per i particolari? La risposta arriva da un cliente di Mc Donald’s che, di fronte a un caffè non sufficientemente perfetto, a suo parere troppo acquoso, ha avuto una reazione sconcertante.

Mc Donald’s: dove il caffè diventa un’arma impropria

Di storie di ustioni da bevande calde ne abbiamo già sentite, com’è successo da Starbucks. In quel caso però il danneggiato è stato proprio un consumatore che, alla fine, ha anche ottenuto un giusto e cospicuo risarcimento.

Nel Mc Donald’s degli States a Nashville nel Tennessee invece, a restare – letteralmente – scottata, è stato un dipendente. Una donna rimasta vittima dall’intolleranza di un utente, che ha ben pensato di gettare addosso all’operatrice il suo ordine ancora bello fumante.

Perché? Il caffè era annacquato

Un motivo che non fa una piega per uno che ha trasformato il rito del caffè in un’ossessione. Un po’ meno sensato per la povera dipendente, che ha dovuto subire l’attacco dell’uomo, Charles Prince, di 54 anni. Il quale una mattina ha fatto tappa da Mc Donald’s e ha perso la pazienza.

La cronaca fornita dagli altri dipendenti del locale, hanno riferito che l’uomo era evidentemente alterato. E, non appena hanno cercato di approcciarsi per calmarlo, Prince ha gettato il caffè balcone sul bancone. Colpendo così il braccio di una dipendente, procurandole delle ustioni evidenti.

Da Mc Donald’s una giornata di normale follia

Prince ha subito quindi l’arresto per aggressione per poi esser chiuso nella prigione Metro-Davidson della contea. La faccenda si è conclusa con il suo rilascio, previo pagamento di una cauzione di 1.500 dollari.

Phil Gray, proprietario della sede di McDonald’s coinvolta nella vicenda, ha speso due parole

Come titolare vorrebbe garantire ai suoi dipendenti un ambiente lavorativo sicuro, così come ai consumatori di passaggio. E’ stato soddisfatto, nonostante l’evento, del modo in cui la sua squadra ha saputo gestire l’accaduto. Ringrazia infine le forze dell’ordine, con cui ribadisce la totale collaborazione.

Altri casi al di là del Mc Donald’s

Altri esempi di questo tipo sono stati denunciati nella Carolina del Sud, dove un cliente aveva gettato del caffè su un impiegato a causa della lunga attesa delle sue patatine. Oppure, nel marzo in Ohio, un altro consumatore ha gettato addirittura un vassoio che due caffè sul cassiere che aveva osato domandare di ricontrollare lo scontrino. Non poteva mancare all’appello, infine, New York, in un Mc Donald’s altro caffè bollente per un dipendente perché aveva chiesto a un cliente di sedersi in maniera appropriata.