Home Notizie fieramilano Mazzer a Host...

Mazzer a Host con la gamma rinnovata e tante soluzioni per aiutare il barista

Quest’anno ad Host Mazzer presenterà il suo nuovo volto Macinacaffè di nuova generazione, un’azienda profondamente rinnovata, uno stabilimento all’avanguardia

Mazzer major V
Mazzer, il macinino ao demand Major V

VENEZIA – Una gamma di macinacaffè profondamente rinnovata. Un team che negli ultimi due anni è cresciuto per includere giovani leve e nuove competenze. Uno stabilimento produttivo raddoppiato e arricchito con l’acquisto delle migliori tecnologie. Un passaggio fondamentale per chi, come Mazzer, ha sempre prodotto e progettato internamente ogni minimo ingranaggio che compone il ciclo di una macinatura ottimale.

Con alle spalle settant’anni di passione per la meccanica di precisione l’azienda in questa nuova fase si è evoluta. Aprendosi all’elettronica di ultima generazione, a nuovi design, a soluzioni ergonomiche che aiutano il barista a lavorare meglio. In minor tempo e tagliando gli sprechi.

Mazzer è semplicemente cambiata con il mondo del caffè che cambia insieme a lei

Ed Host sarà la vetrina migliore per presentare a vecchi e nuovi amici le tante novità. Nei duecento metri quadri dello stand Mazzer gli ospiti saranno accolti da una squadra composta da tecnici e commerciali pronti ad aiutare nella scelta del miglior macinacaffè; ma soprattutto ci sarà in mostra l’intera gamma, una bella occasione per testare i nuovi apparecchi e le nuove tecnologie che presto entreranno a far parte della vita quotidiana di molti baristi.

Per citare un’innovazione fra tutte, in fiera si potrà vedere da vicino il nuovo sistema Grind Flow Control – GFC

Che è la risposta dei laboratori Mazzer a tre problematiche molto sentite dai professionisti del settore: evitare il clumping per ottenere un macinato più omogeneo. Poi ridurre la carica elettrostatica che causa la dispersione di caffè sul bancone e migliorare la ripetibilità della dose per avere più controllo sul risultato in tazza.

Il sistema GFC è composto da una bocchetta estraibile in alluminio equipaggiata con uno o più regolatori di flusso passanti. Si tratta di meccanica di alta precisione che lavora su geometrie molto piccole. Il sistema previene la formazione di grumi di caffè invece di doverli frammentare e allo stesso tempo abbatte la carica elettrostatica del macinato.

In apparecchi di alta gamma come i nuovi Robur S e Kold S il barista potrà inoltre scegliere il regolatore di flusso più indicato per le sue esigenze tra i tre forniti con l’apparecchio.

In base a tipo di caffè, punto di tostatura, condizioni climatiche o semplici preferenze si potrà facilmente sostituire il regolatore di flusso installato. Scegliendo tra Hybrid, AntiDust e AntiClumping.

È una nuova frontiera nelle possibilità di personalizzazione offerte per adattare l’attrezzatura alle esigenze del barista.

Mazzer punta sullo Iot

Oltre alla tecnologia GFC allo stand Mazzer si potranno vedere le nuove possibilità offerte dall’IoT per capire come negli anni a venire la connettività influenzerà i nuovi modelli di business nel settore caffetteria.

Inoltre, la regolazione della macinatura a controllo micrometrico digitale, applicata per la prima volta al modello ZM, verrà ora declinata in nuove soluzioni che permetteranno di sfruttarne ulteriormente le potenzialità.

E, per finire, le nuove funzionalità elettroniche

Insieme alle molte soluzioni ergonomiche applicate ai nuovi apparecchi saranno la dimostrazione pratica dell’impegno di Mazzer a supporto della comunità dei baristi che ogni giorno nel mondo con il loro lavoro contribuiscono a rendere le nostre giornate migliori.

Tutti i prodotti Mazzer saranno visibili dal 18 al 22 ottobre appuntamento ad HostMilano allo stand M50-N39 nel padiglione 24.