Home Cacao & Cioccolato «Caro Mattia,...

«Caro Mattia, e io ti invito nella mia fabbrica di cioccolato a Mondovì»

cioccolato fondente
Blocchi di cioccolato fondente

IMPERIA – Un invito riservato a Mattia Eremita, il ragazzino che sogna di vedere operativa una “Fabbrica di cioccolato” nell’ex stabilimento Agnesi, è arrivato da un cioccolatiere piemontese. Silvio Bessone a Vicoforte, vicino a Mondovì, in provincia di Cuneo, con l’aiuto della moglie ha un’azienda, un laboratorio di cioccolato, una cioccolocanda.

Bessone è un esperto in produzione del cioccolato, consulente internazionale per progetti solidali e un artigiano di primissimo piano, ma è soprattutto un appassionato, che nella sua azienda tosta direttamente il cacao che ha ricercato in tutto il mondo.

Per Silvio Bessone il cioccolato è emozione, sogno, visione. Ed è per questo che – leggendo sul Secolo XIX Web l’articolo della proposta inviata da Mattia al sindaco di Imperia Carlo Capacci, ha fatto contattare la scuola media Sauro per poter conoscere il giovane “inventore di sogni” e la sua famiglia.

E vuole invitare anche il sindaco Capacci per parlare della fattibilità di un progetto che potrebbe portare proprio a Imperia una fabbrica del tutto simile a quella immaginata da Mattia.

«Sono un sognatore, idealista e integralista – dice Bessone – avevo sei anni quando ho deciso che volevo diventare un cioccolatiere, ispirato dalla fabbrica di Willy Wonka. Il sogno secondo me ha un grande valore, sono un visionario e non mi arrendo, nella mia azienda ci sono 9 dipendenti e in due anni abbiamo festeggiato la nascita di cinque bambini: è un segnale di ottimismo. Il cioccolato che perseguo è quello di qualità, in grado di regalare emozioni, uno studio attento per migliorare il prodotto dando valore a chi lo produce: tutto questo per me significa buono, giusto, sano, equo e sostenibile».

La missiva per Mattia è stata recapitata a scuola, lui ovviamente è felicissimo di visitare la “fabbrica di cioccolato” di Vicoforte. «Vorrei fargli vivere esperienze e profumi nel mio laboratorio e farmi descrivere la nuova fabbrica, come da lui immaginata nel tema».

E c’è un sogno nel cassetto

Ma c’è di più. Bessone – che ha iniziato la sua attività in Liguria, a Loano – ha un sogno nel cassetto: «Vorrei incontrare il sindaco di Imperia, potrebbe venire insieme a Mattia qui a Vicoforte. Ho un progetto per realizzare una “fabbrica di cioccolato” e non è detto che non ci sia la possibilità di vederla nascere a Imperia, magari proprio come la vorrebbe Mattia».

Milena Arnaldi