lunedì 24 Gennaio 2022

Luckin Coffee nomina liquidatori provvisori, mentre Lu perde la maggioranza

Da leggere

MILANO – Luckin Coffee volta pagina mettendo mano a una profonda ristrutturazione degli assetti finanziari. A seguito di un decreto emesso dalla Gran Corte delle Isole Cayman, su una petizione di liquidazione avanzata da un creditore, la catena cinese ha annunciato ieri la nomina di due liquidatori provvisori (Alexander Lawson of Alvarez & Marsal Cayman Islands Limited e Wing Sze Tiffany Wong of Alvarez & Marsal Asia Limited, quest’ultimo con sede a Hong Kong), che avranno il compito di fornire una “piattaforma stabile” atta a favorire la rinegoziazione e ristrutturazione delle obbligazioni sociali.

La gestione ordinaria della società continuerà sotto il controllo del consiglio direttivo e con la supervisione dei liquidatori provvisori.

Luckin Coffee sostiene in una documentazione presentata alla Sec americana che le sue disponibilità liquide e mezzi equivalenti ammontavano, alla data del 30 giugno, a circa 780 milioni di dollari, localizzati in massima parte nella Repubblica Popolare Cinese.

Ma tale somma – determinata in base alle informazioni attualmente disponibili – non è confermata da una revisione dei conti.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.

Ultime Notizie