martedì 05 Dicembre 2023

l’Ice metterà a punto uno strumento di conformità di caffè e cacao alle norme UE contro la deforestazione

I contratti futures e opzioni dell’Ice di Londra e New York sono i più importanti mercati mondiali per il commercio del caffè e del cacao. L’anno scorso hanno registrato contrattazioni per un equivalente di 500 milioni di tonnellate

Da leggere

MILANO – Uno strumento di tracciabilità per l’agevolare l’agire degli operatori sui mercati a termine del caffè e del cacao, in vista dell’entrata in vigore della normativa europea volta a combattere la deforestazione globale. Intercontinental Exchange, Inc. (Ice) – la principale rete globale di scambi e camere di compensazione, che gestisce anche le più importanti borse del caffè e del cacao – ha annunciato che ICE Benchmark Administration Limited (Iba), amministratore autorizzato dei relativi benchmark, ha in progetto il lancio del servizio Ice Commodity Traceability (IcoT), per fornire supporto all’industria del caffè e del cacao nell’adempimento dei requisiti richiesti dal nuovo Regolamento UE sulla deforestazione zero (Eudr).

Il Regolamento impone a tutti gli operatori che importano, esportano e commercializzano nell’UE bovini, cacao, caffè, palma da olio, gomma, soia e legno e prodotti derivati di verificare, con dovuta diligenza (“due diligence“), che i suddetti beni provengano da regioni in cui non si sono verificati fenomeni di deforestazione o degrado forestale dopo il 31 dicembre 2020 e che i diritti dei proprietari terrieri, dei lavoratori e delle popolazioni locali (anche indigene) del paese di origine o di produzione siano rispettati.

Per adempiere a questo dovere, gli operatori responsabili devono implementare un adeguato sistema di gestione dei rischi e di garanzia della conformità (“compliance“).

“Riconoscendo la consolidata posizione dell’Ice nei mercati del caffè e del cacao, dove si formano ogni giorno i prezzi benchmark di queste due materie prime, l’Ice ha lavorato a stretto contatto con l’industria per individuare una soluzione che aiuti i clienti a soddisfare i requisiti della norma sulla deforestazione” osserva Toby Brandon, Senior Director, Ice Soft Commodity Operations.

Ciò comprende la necessità di ricevere e verificare i dati sulla catena di approvvigionamento dai venditori entrando nelle transazioni”.

“I clienti dell’Ice, i portatori di interesse e i paesi dove si coltivano il cacao e il caffè compiono da anni investimenti significativi nei processi e nella tecnologia di sostenibilità della catena di approvvigionamento” continua Brandon.

“IcoT si basa su questa infrastruttura fornendo una singola piattaforma standardizzata, che consente alle diverse tecnologie che saranno utilizzate dai clienti di fornire la localizzazione del produttore e i dati di tracciabilità richiesti dalla normativa sulla deforestazione.

IcoT validerà questi dati in modo indipendente per consentire al cacao e al caffè di essere prontamente commerciati e collocati nel mercato dell’Unione Europea.”

I contratti futures e opzioni dell’Ice di Londra e New York sono i più importanti mercati mondiali per il commercio del caffè e del cacao. L’anno scorso hanno registrato contrattazioni per un equivalente di 500 milioni di tonnellate.

“Raccogliendo, standardizzando e validando i dati di supply chain, IcoT assisterà i clienti nel comprovare la conformità, dal produttore al prodotto di consumo europeo” ha dichiarato Clive de Ruig, presidente dell’Iba.

“Gli utenti di IcoT beneficeranno della tecnologia leader di mercato e della gestione dati di Iba, nonché della lunga esperienza e reputazione di Iba nell’istituire processi di governance e funzioni di supervisione solidi e indipendenti” ha concluso Ruig.

Ultime Notizie