La Marzocco kb90: “Ecco perché è meglio lavorare con una nuova macchina super ergonomica”

MILANO – Ritorniamo ad occuparci della novità de La Marzocco: la KB90 che abbiamo annunciato venerdì in anteprima mondiale. Si tratta di una macchina molto innovativa che riunisce lo stato dell’arte della tecnica attuale per quanto riguarda le macchine professionali per l’espresso.

Con quel particolare in più che farà la differenza cioè l’aggancio automatico del portafiltro, lo straight-in che La Marzocco definisce “rivoluzionario”. E che in italiano si può tradurre come meccanismo che aggancia automaticamente e nella posizione corretta, dritto, il braccetto alla doccia erogatrice. Una chicca da vedere e provare.

Ne riparliamo attraverso un articolo apparso su Sprudge a firma di Jordan Michelman che ha già potuto vedere e provare la macchina. Un’occasione imperdibile per sapere tutto subito. E di prima mano.

CARTE DOZIO
FRANKE
La Marzocco KB90, vista frontale della versione a tre gruppi
La Marzocco KB90, vista frontale della versione a tre gruppi

Soprattutto quando nasce una progetto completamente nuovo, dal foglio di carta bianca, come dicono gli ingegneri. Il risultato? Una macchina soprattutto ergonomica per stare dalla pare del barista, di chi lavora tutto il giorno alla macchina. Perché, scrive Michelman

“Lavorare su una macchina per caffè espresso per tutto il giorno è una Iattura per chiunque sia costretto a farlo per lavoro”.

E aggiunge: “I movimenti ripetitivi sul posto di lavoro che coinvolgono piccoli gruppi muscolari possono portare a lesioni gravi. Non sto facendo della teoria. È una realtà con cui l’industria del caffè deve misurarsi progredendo se intende proteggere la propria fama e aiutare anche i baristi avanti con gli anni”.

Con la Marzocco KB90 per la prima volta da anni a questa parte, il barista ha la possibilità di lavorare in modo più sicuro e produttivo, sperimentando un nuovo livello di sicurezza, performance, efficienza e pulizia all’interno del bar, grazie a due sistemi innovativi e rivoluzionari: l’inedito meccanismo Straight-In e lo Steam Flush

La Marzocco KB90 vista tre quarti anteriore della versione a due gruppi
La Marzocco KB90 vista tre quarti anteriore della versione a due gruppi

“Già tempo fa già pensavo che per il barista l’utilizzo di una macchina da caffè dovesse essere efficace, pratica; un qualcosa di divertente e naturale. Migliorare la qualità di vita del barista e la qualità in tazza hanno sempre fatto parte del DNA dell’azienda” – afferma Kent Bakke, attuale Board Chairman de La Marzocco al quale la macchina stessa è dedicata attraverso la sigla KB, Kent Bakke.

La Marzocco KB90 vista tre quarti posteriore
La Marzocco KB90 vista tre quarti posteriore

Il testo completo dell’interessante prova sul bancone effettuata dai colleghi di Sprudge la trovate QUI.

Per maggiori info: kb90.lamarzocco.com

La scheda sintetica dell’azienda

La Marzocco, fondata nel 1927 dai fratelli Bambi, fin dall’inizio si è specializzata nella produzione artigianale di macchine da caffè espresso per bar. Con particolare attenzione alla qualità, al risultato in tazza ed allo stile.

In oltre 90 anni di storia l’azienda fiorentina ha introdotto una serie di tecnologie e brevetti rivoluzionari. Diventando così leader per design ed innovazione nel settore delle macchine per caffè tradizionali.

Tutti i modelli, compresi gli ultimi nati per il consumatore finale, sono realizzati a mano. Ed esportati in più di 100 paesi dove si incontrano nelle migliori caffetterie, nei più raffinati ristoranti del mondo e nelle case.

www.lamarzocco.com

international.lamarzoccohome.com

@lamarzocco

@lamarzoccohome