Home Attrezzatura Divina, arriv...

Divina, arriva il gioiello firmato La San Marco per il centenario

Tutti i parametri che influenzano la tazza saranno a portata del barista. Il risultato è quello di un menù variegato, che comprende accanto all'espresso tante altre bevande". Questa nuovissima macchina è stata progettata per dare la possibilità agli operatori di sfidarsi all'ultimo caffè, dal profilo sensoriale perfetto

divina la san marco
La nuova Divina

MILANO – Un secolo di storia, di ricerca, da celebrare insieme anche a distanza: questo l’evento di celebrazione organizzato da La San Marco grazie al supporto del digitale. La camera si apre su uno sfondo con i teli scuri a ritardare la rivelazione della Divina come accade per le automobili, creando la giusta suspence. Introduce il grande evento l’ingegnere Roberto Nocera, ceo dell’azienda: La San Marco arriva a questo traguardo non da sola. Cent’anni lunghi o ristretti come il caffè, frutto di un lavoro condiviso dal 1920 sino a oggi. Correttezza, umanità, onestà, rispetto, etica: questa è stata e sarà per i prossimi 100 anni la filosofia aziendale. Facendo tesoro dell’esperienza dei baristi e della ricerca innovativa di chi opera in azienda.

La San Marco guarda a un futuro che inizia adesso con il modello Divina che sarà proposta ad un prezzo estremamente competitivo

Nocera: “Celebriamo un compleanno che rappresenta anche qualità e affidabilità, tradizione e innovazione. Da quando tutto è cominciato, con i primi sacrifici e i primi colpi di genio, sono stati tanti gli esemplari delle nostre macchine: dal modello 900 alla meravigliosa Atlantic., prima macchina a leva, sino alla Top 80 Gold e al Disco Volante. Idee e tecnologie materializzate sulle macchine grazie al contributo di ciascun componente della nostra squadra.”

La San Marco, tecnologia sempre all’avanguardia

Prosegue Nocera: “Ci impegniamo ad esser sostenibili e a raccontare le azioni intraprese in questo campo. Con le tecnologie proprietarie: Class smart, Ftl, Igts, Remote Control app, (per gestire il controllo il monitoraggio e la manutenzione delle macchine a distanza. “I tecnici si muoveranno soltanto per sostuire con i ricambi le parti rotte”, dirà poi nella diretta). Con una menzione particolare alla Leva Luxury e alla V6.”

La storia de La San Marco spinge però ancora verso ad altre innovazioni: con questa filosofia si compiono i cento anni nel gioiello Divina.

Ed ecco svelata finalmente l’ultima creazione de La San Marco, con un video emozionale che la illumina nel dettaglio, in tutte le sue caratteristiche e colori

I teli si tolgono come per le monoposto di Formula 1: il nome è già un augurio di successo nonché una profezia. E Nocera prende di nuovo la parola: “Anche l’industria del caffè oggi accusa una certa standardizzazione nelle macchine, prodotte identiche in ogni dove. Divina è invece irriproducibile nelle normali catene di montaggio.

Chi la possiede non avrà solo uno strumento di lusso, ma anche la storia degli uomini che l’hanno realizzata. Una macchina con grande personalità, data dalla cura dei dettagli e dalla raffinatezza. Ovviamente accompagnata dalle sue caratteristiche tecniche.

Da guidare, come una macchina sportiva. Tutti i parametri che influenzano la tazza saranno a portata del barista. Il risultato è quello di un menù variegato, che comprende accanto all’espresso tante altre bevande”. Divina è stata progettata per dare la possibilità agli operatori di sfidarsi all’ultimo caffè, dal profilo sensoriale perfetto.

Marco Bonetto, il regista culturale e della comunicazione dell’identità della Divina La San Marco

Il presidente della Bonetto Design, che da 61 anni realizza progetti di industrial design, descrive l’ultima fatica La San Marco. La Divina una macchina importante proprio perché celebra i 100 anni della San Marco. “Tradizionalmente pensiamo che questa tipologia di macchina venga collocata in ambienti come bar, lounge o zone di ristoro di grandi hotel, E così diventano un elemento caratterizzante dell’ambiente stesso. Allo stesso tempo deve adattarsi al resto dell’arredo che la circonda, magari non sempre moderno o, viceversa, ipermoderno.

Quindi l’estetica della Divina è sostanzialmente neutrale, non particolarmente indirizzata su un trend vintage o troppo moderno. Divina è elegante, con un concetto di linee automobilistiche, moderne e intenzione, che si raccordano in maniera fluida. Non aggressive, ma caratteristiche. E’ di certo una macchina che vuole esprimere quella che è anche la storia de La San Marco, vuole porsi come continuità alle macchine precedentemente realizzate.  Integrandosi nel cosiddetto family style degli altri prodotti.

Alcuni dettagli: lo schermo flottante, impreziosito da una cornice che non solo delimita l’aerea operativa, ma le dà una personalizzazione specifica. Inclinato con una maggiore visibilità, funzionalità ed ergonomia. Con icone intuitive. Una lama di luce che corre sul bordo negli elementi di contenimenti nella parte superiore, e i copri gruppo studiati per integrarsi al meglio con la macchina.  Le luci impreziosiscono la parte frontale. I gruppi e le leve sono ergonomicamente studiati.

Attenzione anche allo studio del logo: le riflessioni sono ricadute su una scelta finale di una figura semplice e con una D che rappresenti esattamente la linea del fianco della macchina per creare un gioco di corrispondenze. Nella parte del retro, il colore e la linea diventa identificativa del marchio La San Marco. La Divina sarà venduta in diversi colori: Bianco Perla, British Green, Brown Coffee, a seconda dei contesti in cui la si vuole inserire.

Conclude così il designer:”Divina è la bellezza che eroga il gusto”.

L’intervento dell’ingegner Stefano Bolzan R&D manager

La San Marco leader mondiale di macchine a leva, ma anche di macchine elettroniche nella fascia alta per tecnologia, come quelle multiboiler Act. La Divina permette di ottenere un classico espresso tipico di una macchina a leva con una elettronica. Risultato raggiunto, aggiungendo la possibilità della personalizzazione dei profili di estrazione. Tutto impostabile dal display touch. L’esempio mostrato ha spiegato nella pratica tutti i passaggi per la preparazione di un semplice espresso. Con la possibilità di più profili di pressione, dalla classica, all’Extended e altri ancora.

Un modello multiboiler in cui è possibile precisare l’impostazione della temperatura per ogni gruppo. Le combinazioni sono tutte da esplorare. Il team di ricerca e sviluppo ha creato un nuovo sistema di controllo all’interno della tecnologia già esistente di multiboiler.

L’ingegner Dante Monastero sales & manager director

Unito all’azienda proprio nell’anno del centenario. “La Divina come la Divina Commedia dantesca, come culmine di espressione stilistica e tecnica de La San Marco. Completa con questa macchina al vertice delle attrezzature elettroniche del bar, la gamma Serie 80, V6 a doppia bancata, la Luxury, la 105 Mc Act e la recente Serie 2020 in 15 varianti.

Divina vuole abbracciare appassionati del caffè. Per torrefattori, concessionari, rivenditori, centri di assistenza tecnici, trader, nei 120 Paesi nel mondo. e superfici nero opaco conferiscono con i fianchi una marcata caratterizzazione, che va da elegante a sportiva.

La macchina è declinabile in diverse varianti, ed anche per chi non vuole giocare con i profili di estrazione, come quella del multiboiler Pid. La funzionalità è del tutto analoga, confezionata in una carrozzeria emozionale del tutto diversa dalle altre.

Il barista può agevolmente assegnare ai singoli gruppi diverse temperature di base, e altrettante diverse modalità durante il tempo di estrazione. Per i baristi senza esigenze particolari legate ai gruppi, c’è la versione touch con caldaia unica e scambiatori, regolati tramite il sistema Igts brevettato da La San Marco. Un’ultima versione, dopo alcuni mesi dal lancio di queste ore, l’elettronica con tastiere a pulsanti, sarà la Divina E, con integrati i display per ogni singolo gruppo. Può esser equipaggiata con accessori personalizzati.

Comunque dal primo febbraio sarà disponibile sul mercato la Divina Multiboiler a due e 3 gruppi.

La Divina Multiboiler

Divina Single Boiler Pid a 2 e 3 gruppi

I dettagli della macchina

 

Divina E con dispaly a bottoni, a due gruppi e a tre gruppi.

La presentazione si è conclusa con una vivace e partecipata sessione di domande e risposte live che ha chiarito alcuni passaggi della presentazione e altro. L’hanno condotta in diretta il ceo ingegner Roberto Nocera con l’ingegner Dante Monastero assieme al designer Marco Bonetto.