CIMBALI M2
domenica 16 Giugno 2024
  • CIMBALI M2

Jenaro Lopez Ribeiro, Café de Manica, Mozambico: “Previste entro il 2028 oltre 2100 lavoratrici femminile”

Il direttore dell'azienda: "Il nostro modello di business prevede principalmente la produzione di caffè speciali biologici su 2.100 ettari di terreno nella provincia di Manica - di cui 400 ettari sono gestiti privatamente dal Café de Manica e i restanti 2.100 attraverso un sistema cooperativo. Ad oggi abbiamo già 360 famiglie che lavorano con noi e oltre 180 ettari di caffè in campo. Café de Manica assicura con orgoglio che il nostro piano strategico 2020-2028 verrà ampiamente realizzato sul campo e prevede di includere altre 450 famiglie nel progetto"

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
  • Water and more
Carte Dozio
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

SUSSUNDEGA VILLAGE, Mozambico – Café de Manica è un’azienda focalizzata nella produzione sostenibile di caffè a livello nazionale. Il progetto promuove un movimento eco sostenibile con un occhio di riguardo a favore delle donne nell’industria del caffè che coinvolgerà oltre 2.100 lavoratrici femminili entro il 2028: si tratta di uno dei più grandi progetti di parità dei generi nell’ultimo decennio. Per saperne di più su questa realtà, abbiamo intervistato Jenaro Lopez Ribeiro, direttore dell’azienda.

Quando è stato fondato il Café de Manica? Qual è l’idea alla base del progetto?

“Il progetto Café de Manica è iniziato nel 2019 con la piantagione di piantine di caffè Arabica in un campo sperimentale nelle aree circostanti del Parco Nazionale Chimanimani. Café de Manica ha sede nel villaggio di Sussundenga, in Mozambico e siamo una delle pochissime aziende focalizzate sulla produzione di caffè a livello nazionale”.

Quanto è importante la sostenibilità nel caffè?

“In qualità di amministratore e azionista della società, riconosco che effettuare investimenti sostenibili nello sviluppo economico e sociale delle comunità locali in cui operiamo è fondamentale per la creazione e la promozione di partnership a lungo termine.

manica mozambico
Una donna della piantagione Café de Manica a lavoro (immagine concessa)

Sosteniamo iniziative e programmi che aiutano lo sviluppo economico e migliorano la qualità della vita di quelle comunità legate alle nostre attività agricole”.

Che tipo di pratiche agricole sostenibili utilizzate per la produzione del caffè?

“Consideriamo il nostro progetto un movimento sostenibile a favore delle donne nell’industria del caffè, che coinvolgerà oltre 2.100 membri della forza lavoro femminile entro il 2028. Si tratta di uno dei più grandi progetti di parità dei generi nell’ultimo decennio.

caffè mozambico
La coltivazione di caffè (immagine concessa)

Come uno dei nostri obiettivi principali, intendiamo produrre caffè biologico in sistemi agroforestali, non solo per garantire ai nostri produttori stabilità finanziaria e sicurezza alimentare, ma anche per riforestare e migliorare la biodiversità nella regione di Sussundenga e Chimanimani, che è stata in costante declino nel corso dell’ultimo mezzo secolo.

Questa regione del Mozambico ha bisogno di tali iniziative, per fermare la deforestazione e preservare la vasta biodiversità.

Il nostro progetto può svolgere un ruolo importante nel sostenere lo sviluppo di politiche e attività che assicurino alle donne e ai giovani le conoscenze, le competenze, il tempo e la fiducia necessari per influenzare la comunità e gli spazi decisionali intersettoriali”.

Café de Manica è in collaborazione con BIOFUND per la conservazione del Parco Nazionale Chimanimani. Quali azioni state intraprendendo per preservare la foresta?

“Le nostre operazioni sono in collaborazione con il Parco Nazionale Chimanimani, BIOFUND e FNDS per preservare l’ambiente e il parco nazionale.

Piantando il nostro caffè attraverso AFS (agroforestry systems), siamo in grado non solo di riforestare le aree intorno al Parco Chimanimani dove la vegetazione estratta è stata utilizzata per produrre carbone e altri materiali per il consumo locale, ma anche di produrre caffè biologico con standard di qualità più elevati a un costo ridotto.

caffè manica
La piantagione di caffè (immagine concessa)

Il caffè richiede ombra per la maggior parte del suo ciclo di vita, attraverso AFS siamo in grado di fornire alla pianta abbastanza ombra durante la stagione della fioritura e del raccolto. Uno degli aspetti chiave per cui stiamo piantando intorno al Parco Nazionale è quello di creare una sorta di barriera naturale per i locali che deforestano la zona cuscinetto, con il caffè e gli alberi autoctoni”.

La sostenibilità non è tutto. Café de Manica ha anche mostrato interesse per l’importanza del ruolo delle donne nell’industria del caffè. Può dirci di più sul progetto Women in Coffee?

“Il programma “Women in Coffee” che prevede il concetto di 1 donna per 1 ettaro, contribuirà a creare una grande influenza nei progetti futuri, a seguire lo stesso percorso, a beneficio delle donne nel loro insieme poiché sono loro a sostenere le famiglie, comunità ed economie.

Attraverso il programma “Women in Coffee”, forniamo la formazione necessaria a queste donne per coltivare con successo il loro caffè e gestire adeguatamente la loro ricchezza, nonché le piantine necessarie per iniziare il loro viaggio nel mondo del caffè. In un progetto in cui le donne vengono prima di tutto, il nostro impegno ad acquistare tutto il caffè a un prezzo equo crea un impatto significativo sulla parità di remunerazione, un impatto sui diritti della forza lavoro femminile e i loro benefici sul lavoro.

I dati disponibili mostrano che le donne hanno una responsabilità significativa per la produzione di caffè (fino al 70%) nell’agricoltura su piccola scala. Tuttavia, l’accesso alla proprietà terriera e il potere decisionale delle donne e delle ragazze sono spesso molto limitati.

In questa fase, abbiamo il 90% della nostra produzione di piccoli agricoltori e il 45% dei dipendenti sono donne”.

Quali sono i progetti per il futuro? Dove è diretto il Café de Manica?

Il nostro modello di business prevede principalmente la produzione di caffè speciali biologici su 2.100 ettari di terreno nella provincia di Manica – di cui 400 ettari sono gestiti privatamente dal Café de Manica e i restanti 2.100 attraverso un sistema cooperativo.

Ad oggi abbiamo già 360 famiglie che lavorano con noi e oltre 180 ettari di caffè in campo. Café de Manica assicura con orgoglio che il nostro piano strategico 2020-2028 verrà ampiamente realizzato sul campo e prevede di includere altre 450 famiglie nel progetto”.

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie