venerdì 31 Maggio 2024
  • CIMBALI M2

Jde Peet’s, numero due mondiale del caffè, critica le scadenze dell’Eudr

“I tempi sono strettissimi: stiamo facendo il possibile per adeguarci entro la scadenza prevista” ha dichiarato Laurent Sagarra, vice presidente per la sostenibilità del gruppo olandese. “Per alcuni paesi, l’obbligo è di fatto già scattato, perché il caffè che stanno raccogliendo ora sarà venduto nei mercati dell’Ue il prossimo anno e deve dunque essere già conforme alla norma”

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
Water and more
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – Nel giorno dell’annuncio di tre nuovi MoU per combattere la deforestazione connessa alla coltura del caffè – sottoscritti con Honduras, Perù e Ruanda – Jde Peet’s, numero uno mondiale pure play nel settore del caffè, esprime un giudizio critico sui tempi di attuazione dell’Eudr, il nuovo regolamento europeo contro la deforestazione e il degrado forestale.

“I tempi sono strettissimi: stiamo facendo il possibile per adeguarci entro la scadenza prevista” ha dichiarato alla Reuters Laurent Sagarra, vice presidente per la sostenibilità del gruppo olandese, secondo soltanto a Nestlé in termini di volumi di caffè trasformati a livello mondiale, con vendite che hanno sfiorato, l’anno scorso, gli 8,2 miliardi di euro.

Triestespresso

“Per alcuni paesi, l’obbligo è di fatto già scattato, perché il caffè che stanno raccogliendo ora sarà venduto nei mercati dell’Ue il prossimo anno e deve dunque essere già conforme alla norma” ha aggiunto Sagarra.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie

Carte Dozio