Home Formazione L’Istit...

L’Istituto espresso italiano a Sigep con cultura del caffè degustazioni e divulgazione

iei Logo Iei Istituto espresso italiano
Logo Iei, Istituto espresso italiano

RIMINI – Bilancio positivo, a Sigep 2020, per l’Istituto espresso italiano (Iei), che ha preso parte alla kermesse riminese con una serie di appuntamenti, che hanno offerto al pubblico della fiera una visione a 360 gradi del mondo dell’espresso italiano. Non solo degustazioni, ma anche cultura e divulgazione del prodotto. Il primo appuntamento, sabato 18 gennaio. Barbara Chiassai, amministratore delegato dello Iei, è intervenuta nell’ambito del talk ideato da Bargiornale e moderato da Nadia Rossi all’interno di Vision Plaza.

Il cammino dentro al Sigep è proseguito quindi durante la domenica. E il lunedì, quando l’Istituto Espresso Italiano, insieme a realtà di primo piano del settore della caffetteria, ha guidato professionisti e amatori alla scoperta dell’Espresso Italiano Certificato. L’unico espresso che in tutto il mondo si può riconoscere dal logo apposto su vetrine e macchine delle caffetterie e dei bar.

In tutto otto seminari di analisi sensoriale per imparare a riconoscere la qualità al banco semplicemente assaggiandola. I visitatori della fiera sono stati così coinvolti nell’assaggio e nella valutazione di diverse miscele qualificate. Il tutto utilizzando il metodo dell’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè (Iiac), sotto la guida di Carlo Odello.

Un momento per esplorare l’espresso in tutte le sue caratteristiche sensoriali attraverso la mappa sensoriale dell’espresso; creata da Iiac e Centro Studi Assaggiatori.

I seminari si sono per conoscere l’Espresso Italiano Certificato attraverso la parola delle torrefazioni si sono svolti presso gli stand di PulyCaff, Attibassi, Brita, Dersut Caffè, Di Giampaolo Caffè, Gruppo Cimbali, Essse Caffè e Mokador.