Home Analisi di mercato Ico: indicato...

Ico: indicatore in caduta libera, ma i prezzi rimangono superiori ai minimi

La sede dell'Ico a Londra

MILANO – Prezzi in caduta libera nel corso dell’estate. La media mensile dell’indicatore composto Ico è passata da 110,44 centesimi/libbra a giugno a 102,41 ad agosto (-7,27%): il valore minimo registrato dall’indicatore negli ultimi 57 mesi. E il più basso, per questo mese, dall’agosto del 2006.

Il calo mensile più marcato riguarda i brasiliani naturali, che arretrano del 5,5%. Seguono i robusta (-4,4%), gli altri dolci (-4,1%) e i colombiani dolci (-2,9%).

Flessioni marcate – come abbiamo visto nei nostri focus sulle borse delle ultime settimane – anche per i mercati a termine di New York e Londra, che perdono rispettivamente il 5,2% e il 4,8%.

La media mensile, come già detto è ai minimi dal novembre 2013, quando si registrò un valore di 100,99 centesimi.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.