Home Analisi di mercato I consumi ame...

I consumi americani in tempi di pandemia: l’espresso registra un calo ma volano gli ordini via app

americani pandemia
Un'infografica con alcuni dei dati salienti dell'indagine Nca

MILANO – Anche in tempi di pandemia, gli americani non hanno smesso di consumare caffè: lo dice un’indagine promossa dalla National Coffee Association (Nca), che ha indagato sui cambiamenti intervenuti nelle abitudini dei consumatori di oltreoceano a seguito del coronavirus. L’indagine va a integrare e aggiornare i dati contenuti nell’edizione 2020 del National Coffee Data Trends Report, il rapporto sull’andamento dei consumi americani che la Nca pubblica ogni anno dal 1950.

Primo responso importante: quantità e frequenza dei consumi non hanno risentito della crisi. Il 75% degli intervistati sostiene di non avere ridotto i propri consumi di caffè.

Il dato di consumo giornaliero rimane vicino alle 3 tazze pro capite tra i consumatori di caffè (1,7 tazze nell’intera popolazione adulta): 6 americani su 10 dichiarano di bere caffè ogni giorno; 7 su 10 almeno una volta alla settimana.

I dati sui consumi degli americani sono in linea con quelli pre-pandemia

Statistiche in linea con quelle pre-Covid e in controtendenza rispetto ad altre categorie – come i soft drinks e i succhi – che registrano un perdurante trend negativo.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.