lunedì 27 Settembre 2021

Grandi manovre: Jde Peet’s fa lo shopping in Australia, Starbucks cambia ai vertici

Da leggere

MILANO – Il mondo riapre e il mercato del caffè non rimane a guardare: tutti i leader di mercato stanno compiendo, ciascuno a proprio modo, delle mosse volte a migliorare il posizionamento strategico e a consolidare il presidio dei mercati. A cominciare da Nespresso, che ha posto questa settimana la prima pietra per l’espansione del sito produttivo svizzero di Romont. Previsto un investimento per 146 milioni di euro. Si muovono anche Jde Peet’s e Starbucks.

La prima annuncia l’acquisizione dell’australiana Campos Coffee, che va a ingrossare ulteriormente il già copioso portafoglio marchi del colosso olandese.

La seconda sta lavorando al momento soprattutto dietro alle quinte, con dei cambiamenti alla governance, funzionali alle nuove strategie di crescita globale del marchio.

Ma andiamo con ordine. Jde Peet’s – numero uno mondiale pure play nel settore del tè e del caffè, società quotata alla borsa di Amsterdam – fa lo shopping in Australia.

Campos Coffee è azienda leader nel vivace mercato specialty del paese Down Under, attiva in vari canali commerciali: pubblici esercizi, retail e Direct to Consumer. Tutte caratteristiche che la rendono complementare rispetto agli asset attuali di Jde Peet’s in terra australiana.

Contenuto riservato agli abbonati.

Gentile utente, il contenuto completo di questo articolo è riservato ai nostri abbonati.
Per le modalità di sottoscrizione e i vantaggi riservati agli abbonati consulta la pagina abbonamenti.

Ultime Notizie