Home Notizie Eventi Gelato, ecco ...

Gelato, ecco il gusto dell’estate: un sorbetto di fragola e peperone rosso

MILANO – Si chiama “About… Strawberry and red pepper” – un sorbetto di fragola e peperone rosso –  il gusto che si candida a essere il gelato dell’estate. Intanto ha convinto la giuria della tappa romana del Gelato Festival e parteciperà alla super gara finale che si terrà a Firenze a settembre 2017.

A presentarlo nella competizionea dove si sono affrontati 15 gelatieri, nove nella sezione senior e sei tra gli emergenti, è stato Vincenzo Lenci, maestro gelatiere della gelateria artigianale Bar della Darsena a Fiumicino.

Un gusto freschissimo, dissetante, intelligente, perché accontenta sia gli amanti della frutta sia chi cerca il cosiddetto gelato gastronomico (quello che si sposa anche con i piatti salati, per intenderci).

SENZANI
FRANKE

Infatti ai cultori del gelato a tutto pasto non è sfuggita la versatilità di questo gusto, adattissimo, per esempio, ad essere servito insieme con una catalana di crostacei o a un semplice crudo di gamberi, o – addirittura – a cubetti in un cocktail Bloody Mary.

Non a caso il gelatiere ha poi confessato che per arrivare all’equilibrio che cercava tra dolcezza-acidità e sapidità ha aggiunto qualche goccia di salsa Worcestershire.

In ogni caso gli amanti dei gusti classici non devono preoccuparsi: è un sorbetto adatto anche ad essere semplicemente servito su un cono da passeggio, magari con un ciuffo di panna montata.

Il successo nella categoria emergenti è andato invece a “Zabaione come una Volta”, un gelato a base di latte, panna, uova e Marsala fatto secondo tradizione, presentato da Emanuele Alvaro della gelateria Il Re Sole a Roma.

Oltre al sapore che richiama antichi ricordi, la giuria ha apprezzato la struttura vellutata e la palatabilità setosa. Tuorlo bene presente, ma non invadente in perfetto gioco d’armonia con la componente alcolica.

I due gusti vincenti, in un panorama di altissimo livello, sono stati in qualche modo anche molto originali nei confronti delle scelte dei colleghi. Se infatti si dovesse isolare una tendenza di tutta la manifestazione, e quindi della gelateria contemporanea, starebbe in una parola: “variegato”.

Sembra questo il mood del gelato degli ultimi tempi. Basta scorrere alcuni dei nomi dei gelati concorrenti per capire l’impegno di arricchire con altri ingredienti i gusti base, per un effetto che crea un movimento di sapori ma anche di consistenze.

Allora ecco il delizioso “Dolce Armonia”, menzione speciale della giuria tecnica nella categoria emergenti, del gelatiere Davide Frainetti, del Caffè del Duomo di Terracina: base bianca con ricotta di pecora infusa all’anice stellato, zuccherata con miele e variegata con una confettura artigianale ai frutti di bosco; il generoso “Re Sole” (di Andrea Pagnoni della Cremeria Nonno Lillo a Roma), con crema alla nocciola e arancia aromatizzata al rosmarino, variegato all’amarena con inclusione di nocciole caramellate all’arancia; l’”Amarcocco”: connubio tra una delicata base di cocco e una decisa variegatura di amarena e cioccolato fondente (di Mariarosa del Pinguino Goloso, Roma); il goloso “Bartoccioso”, menzione speciale della giuria popolare per la categoria emergenti: variegato al cioccolato croccante con meringhe, nocciole e biscottini (Gelateria Bartocci, Roma); il sensuale “Ecuador”: Sorbetto al fondente Callebaut monorigine equadoriano aromatizzato al Rum Zacapa con 25 anni di invecchiamento variegato con pezzetti di fava di cioccolato (di Matteo Toti del Vanilla Caffè di Alatri); “L’Isola che non c’è”, menzione speciale della giuria popolare per la categoria senior: raffinata Crema all’uovo con l’aroma della cannella e dello zenzero variegata al croccante al limone (Gelateria I Golosoni, Roma); “Pistacchio in un lampo”: base al gusto di pistacchio puro, variegato al lampone e decorato con pistacchio pralinato e lamponi freschi (gelateria Tropicana ad Amelia); “Mandorla al profumo di tonka variegato all’arancia”: gelato alla mandorla con fave di tonka variegato all’arancia (gelateria Tempesta di Gusti, Roma); “Fondente al Mandarino Moscato”: cioccolato fondente variegato con mandarino tardivo di ciaculli aromatizzato con noce moscata dell’Indonesia (Capitan Cono, Roma); “Ricotta e albicocche al miele”: gelato fatto con ricotta locale artigianale, aromatizzata con spezie e un pizzico per esaltarne il gusto, con variegatura di albicocca al miele (Antica Pasticceria Etrusca,  Civita Castellana); “Pistacchio croccante”:un delizioso gelato al pistacchio dal gusto deciso, accompagnato da un croccante al profumo di liquirizia, del gelatiere Matteo Grizi (Fortini Caffè, Albano Laziale), quest’ultimo menzione speciale della giuria tecnica categoria senior.

Insomma la tendenza è chiara

Vediamo se sarà confermata anche nella prossime tappe del tour: Torino (Piazza Solferino, 25 – 28 Maggio), Milano (Piazza Castello, 1 – 4 Giugno), e poi via a Londra, Varsavia, Amburgo per teminare a settembre nella super finale in cui si sfideranno i vincitori di ogni tappa.

Eleonora Cozzella