Home MilanoCaffè Gaggia prende...

Gaggia prende slancio dalla E90 L’ad Zocchi: “Pronto il rientro alla grande nel professionale”

Andrea Zocchi amministratore delegato Evoca
Andrea Zocchi amministratore delegato Evoca vicino ad una Gaggia professionale e al cartello che indica gli 80 anni del marchio

MILANO – Un momento evocativo, quello di ieri da Égalité in Via Melzo 22. Si perché, nell’ambito di MilanoCaffè, il Gruppo Evoca per bocca del suo amministratore delegato Andrea Zocchi ha confermato l’impegno totale della multinazionale sul fronte delle macchine professionali a marchio Gaggia Milano.

Il Gruppo Evoca conta 5 stabilimenti in Italia e 2 nel mondo: è presente in 100 Paesi con filiali e succursali nei principali mercati. I dipendenti sono 2.000, 1.200 dei quali in Italia. Sono invece 150 ingegneri impegnati in ricerca e sviluppo.

E proprio Gaggia il prossimo 28 novembre svelerà al mondo, da Milano, nell’ottantesimo anniversario del marchio, una gamma costituita da novità assolute. “Che saranno una sorpresa per tutti.”

Water + more
BEST COFFEE
Gianni Frasi per Gaggia
Gianni Frasi per Gaggia

L’occasione per parlarne è stata una conversazione davanti a due formidabili tazzine di espresso. Perché estratto con una macchina Gaggia E90 che utilizzava grani speciali tostati proprio per l’occasione dal torrefattore italiano per eccellenza. Stiamo parlando di Gianni Frasi fondatore e titolare della Torrefazione Giamaica di Verona.

Andrea Zocchi ha innanzitutto tenuto a ribadire quello che “tutti sanno ma fanno finta di non sapere”. Cioè la centralità di Achille Gaggia e della sua fondamentale invenzione della crema caffè che rivoluzionò il modo di estrarre l’espresso italiano. “Una tradizione  – ha aggiunto Zocchi – che ha un seguito in tutto il mondo e che è partita dall’Italia”.

Andrea Zocchi amministratore delegato Evoca
Andrea Zocchi amministratore delegato Evoca

“Oggi ci sono tanti marchi d’eccellenza nel settore professionale – ha detto ancora Zocchi -, da Cimbali Faema a Nuova Simonelli a La Marzocco, Rancilio e altri. Ma c’è ancora spazio per il ritorno nel segmento premium di un marchio famosissimo in tutto il mondo come è Gaggia. Un brand equity incredibile, che ha conservato una appeal ovunque nonostante da tempo manchino prodotti aggiornati”.

“Ricostruiremo la brand equity senza aggressività”

Zocchi ha poi aggiunto che Gaggia non avrà fretta, non cercherà fatturati. Piuttosto si concentrerà sulla giusta valenza del marchio. “Ricostruiremo la brand equity senza aggressività”, ha detto.

Gaggia, nella visione di Zocchi, ha una forza enorme: “È un marchio che non c’è eppure c’è”. L’energia di Gaggia è rimasta intatta nel tempo anche se ci sono tanti, a cominciare dal millenial che non ne sanno nulla. Ma che impareranno presto a conoscerla.

“Basta andare a Londra – ha concluso Zocchi – per avere il quadro esatto della situazione. Macchine professionali Gaggia si trovano dappertutto, nei migliori locali. Gaggia è tra i marchi più noti e considerati ancora oggi”.

E c’è una ragione non soltanto tecnica, dietro questa fama meritatissima: “Sì – dice Zocchi – abbiamo scoperto che Achille Gaggia organizzò per presentare le sue macchine, proprio a Londra – una cerimonia sontuosa alla quale invitò anche Gina Lollobrigida”. Un evento che fece storia e che rimase nell’immaginario collettivo degli addetti al lavori britannici, non soltanto di quelli presenti.

Infine Zocchi ha sintetizzato in due concetti come vede il presente e il futuro del marchio Gaggia: “Una nuova avventura. Un investimento in persone”.

La giornata Gaggia al bar Égalité di Via Melzo 22

Gaggia ha portato MilanoCaffè al Bar Egalité di Via Melzo a Milano
Gaggia ha portato MilanoCaffè al Bar Egalité di Via Melzo a Milano

L’amministratore delegato Evoca, Zocchi, ha voluto partecipare di persona al’evento organizzato dalla sua azienda in occasione di MilanoCaffè accompagnato da Giancarlo Strada, Horeca BU Vice President. Gaggia Milano aveva dato appuntamento a tutti, anche ad alcuni dei suoi vertici, da Egalité, la boulangerie di Porta Venezia di recente apertura, che ben interpreta lo spirito del marchio.

Con il supporto di una macchina professionale Gaggia E90 customizzata con una verniciatura di un bell’arancione fiammante, Thierry Loy, l’appassionato titolare e il suo staff, ogni giorno deliziano i clienti con un espresso semplicemente perfetto.

E per la giornata del 2 ottobre, Gaggia Milano aveva personalizzato ulteriormente l’esperienza regalando ai clienti del locale, a chi era arrivato per l’occasione, un opuscolo con la copertina rossa che ripercorre gli 80 anni di storia del marchio.