domenica 05 Febbraio 2023

Gabriele Cortopassi illustra la storia del caffè in una serie di video su Youtube

Questa serie di video, il cui primo episodio è uscito a metà ottobre raccontando l’arrivo del caffè nella penisola arabica, e continuato con la Storia di Mokha la città del caffè esce con un nuovo episodio ogni due settimane

Da leggere

È vero che il caffè è stato scoperto dagli arabi? Furono loro a diffonderlo nel
mondo? Com’era davvero la prima caffetteria? La storia del caffè è avvolta nella leggenda e gli elementi storici, spesso, si perdono o si confondono. Gabriele Cortopassi risponderà alle interminabili domande sulle origini dell’espresso grazie ad una serie di video disponibili su YouTube.

La storia del caffè

MILANO – Possiamo immaginare la prima caffetteria? Era un locale in senso moderno oppure un club, chiuso e riservato a pochi notabili? Quando il caffè divenne davvero un fenomeno di massa? Il famoso pastorello delle capre che mangiavano il caffè era davvero etiope?

Diciamo la verità, in un approccio alla conoscenza del caffè come prodotto e estrazione sempre più approfondita e scientificizzata, la storia dello stesso viene fin troppo spesso trattata di sfuggita, con poche nozioni standardizzate, non verificate e a volte ridotte a pura leggenda come:

“Il caffè veniva usato dalle popolazioni etiopi, fu poi scoperto dagli arabi intorno al 1100 e da loro diffuso in Europa e nel mondo”

Fare un po’ di chiarezza, approfondire i vari temi e periodi, sfoltire il campo dalle banalizzazioni e dare più corrette e aggiornate informazioni sulla storia del caffè sia agli appassionati che a chi magari su questo prodotto tiene corsi di formazione, sono gli scopi del nuovo progetto video del blog di lunga data (fondato nel 2008) “Aprire un bar”.

Secondo Gabriele Cortopassi, narratore e anima del progetto, l’idea portante è legare la storia del caffè, in cui spesso le fonti sono pochissime (pensate che la data di apertura della prima caffetteria viene proposta, su vari siti, in sei anni diversi fra il 1475 e il 1555, e nessuno dei siti cita la fonte della informazione) con la storia con la S maiuscola, dove invece le fonti ci sono, e interpolare i due sistemi per dare, alle vicende del caffè, la giusta scansione e evoluzione temporale.

Leggende e miti

Quello che si scopre, solo per rimanere ai primi episodi, è che con ogni probabilità non furono gli arabi a trovare il caffè in Etiopia, ma gli etiopi a portarlo in Arabia, che il pastorello reso famosissimo dalla leggenda delle capre che brucavano ai cespugli di caffè non si sarebbe chiamato Kaldi, ma Kalid, e perfino che l’avvento di Mokha come città del caffè non si deve agli arabi, ma agli ottomani.

Questa serie di video, il cui primo episodio è uscito a metà ottobre raccontando l’arrivo del caffè nella penisola arabica, e continuato con la Storia di Mokha la città del caffè esce con un nuovo episodio ogni due settimane. Episodi snelli, tra i 10 e i 15 minuti, e sempre raccontati da Gabriele Cortopassi con tono leggero, perché il caffè non è mai pesante, tiene sempre svegli.

I link ai primi due episodi

Ultime Notizie