Home Notizie Eventi Faema Art&#03...

Faema Art&Caffeine: Simona Colombo racconta la 2ª edizione ospitata al flagshipstore Habitat

Art & Caffeine 2018 presentazione coffee taste
Art & Caffeine 2018 presentazione coffee taste

MILANO – Esploriamo il concept di Art&Caffeine, che si declina in tanti modi e di cui si parla ancora in questi giorni. Per farlo abbiamo parlato con Simona Colombo, Group Marketing and Communication Director Gruppo Cimbali.

Quella di quest’anno sarà la seconda puntata della manifestazione.

«E non sarà l’ultima. Siamo presenti per la seconda volta al Fuorisalone, dopo il grande evento del 2017 in via Ventura 3, dove abbiamo accolto più di trentamila visitatori e diverse centinaia di partecipanti a tutte le iniziative. Art&Caffeine è il racconto del nostro brand Faema con focus sul lancio della gamma E71 e da questa settimana, della E71 E, in preview al London Coffee Festival. Questo è l’incontro tra diverse anime del marchio: il caffè, il design, l’arte e l’artigiano. Ma anche le estrazioni alternative del caffè, il buon cibo e gli eventi che ruotano attorno ad esso. L’anno scorso il set fu Via Ventura, la sede storica della Faema. Quest’anno abbiamo deciso di essere presenti in un quartiere completamente rinnovato.»

FRANKE
Triestespresso quadrato

La scelta della sede di Habitat da dove nasce?

«Habitat, nostro cliente, ha aperto nel suo flagship nel cuore di CityLife a Milano – un quartiere che rappresenta per la città un luogo importante dal punto di vista urbanistico e architettonico, oltre ad essere la zona pedonale più grande d’Europa – il suo primo caffè, scegliendo la Faema E71. Durante la settimana del Fuorisalone abbiamo creato un calendario ricco di incontri e eventi, insieme ad alcuni dei nostri brand partner: caffè Bonomi, Pernod Ricard per coffee in good spirit, Alice Balossi per un cooking show, Davide Roveto e Rossella Musarra con le estrazioni e degustazioni alternative e ovviamente il team Cinelli, con le sue biciclette iconiche.»

Art & Caffeine 2018 presentazione showcooking con Alice Balossi
Art & Caffeine 2018 presentazione showcooking con Alice Balossi

Alice Balossi, nota Foodblogger si occuperà anche di esplorare la cucina al caffè?

Art & Caffeine 2018 presentazione appuntamenti Davide Roveto
Art & Caffeine 2018 presentazione appuntamenti Davide Roveto

“Sì, l’incontro con Alice Balossi prevede uno show cooking a base di caffé. Ma le iniziative in programma non finiscono qui. Con Davide Roveto e Rossella Musarra esploreremo i metodi di estrazione di caffè. I brand ambassador di Pernod Ricard saranno invece i protagonisti di tutte le serate dedicate ai coffee in good spirits, gli alcolici più prestigiosi al mondo che si sposano col caffè. Infine ci sarà l’incontro con un partner col quale abbiamo lavorato anche l’anno scorso e che amiamo molto: Cinelli, mitico marchio milanese leader mondiale dello scatto fisso e non solo. L’azienda ha vinto premi importantissimi come il “Compasso d’Oro”. Con Cinelli ospiteremo Massimo Giacon, noto designer artista che personalizzerà una biciletta durante la festa del 19 aprile pomeriggio e sera. Sempre il 19 mattina abbiamo organizzato una colazione con la stampa.»

Art & Caffeine 2018 presentazione appuntamenti Davide Roveto
Art & Caffeine 2018 presentazione appuntamenti Davide Roveto

Andiamo ora dietro le quinte di Art&Caffeine. È un format di comunicazione, quindi in che modo si configura?

«Si configura come un roadshow. Più che di un evento parlerei di un momento di incontro delle diverse anime del brand Faema e con i suoi diversi partner e amici. Il brand dialoga da sempre con il design, la cultura del caffè e l’arte in molte delle sue forme ed espressioni. Art&Caffeine rappresenta anche il modo in cui noi costruiamo le macchine dal 1912, Made in Italy, connubio di perfezione tecnologica, etica ed estetica, in primis grazie alla passione di chi lavora in azienda, e con l’ausilio di un’avanguardia nel manufacturing e nella ricerca e sviluppo.»

faema
Lo store Habitat in Citylife

Siamo alla seconda edizione. Che cosa ha lasciato e insegnato la prima puntata di Via Ventura?

“Ci ha consentito di dialogare con differenti pubblici, dal distributore al consumatore finale, su quello che succede dalla drupa fino all’estrazione in tazza. Un vero e proprio viaggio nel mondo del caffè. Intorno alla cultura del caffè e alla sua offerta ci sono ecosistemi infiniti che si muovono su tanti livelli. Noi pensiamo all’espresso per come lo conosciamo, ma il caffè espresso apre storie numerose di estrazione, colore, gusto, tessitura, provenienza.»

Via Ventura ha avuto anche un risvolto di pubblico enorme, nelle giornate del Salone del Mobile. Al di là dei clienti e degli specialisti, questa grande affluenza, che cosa le suggerisce?

«Trentamila persone sono passate dall’Art&Caffeine di Via Ventura. Clienti, amici, partner e coffee lover. Per noi, raccontarci direttamente è stata l’esperienza più bella. Le persone bevevano il caffè e si domandavano quale stessero degustando. Avevamo creato, così come abbiamo fatto quest’anno, delle piccole carte che suggerivano come degustare il caffè. I nostri visitatori sono entrati a contatto con tutta la filiera del caffè.»

Art & Caffeine 2018 presentazione coffee in good spirits

Ha parlato prima di momenti di avanguardia, con le estrazioni alternative di Musarra e Roveto. L’anno scorso  si è svolta una gara di Latte Art, vinta da Manuela Fensore, che ha poi vinto il titolo di Campionessa italiana di questa specialità e ora aspira al titolo mondiale. Come vede questa coincidenza con l’aspetto estremo della caffetteria, quale è la competizione nella Latte Art?

«L’anno scorso abbiamo organizzato il tipico format dei TNT, con una gara di Latte Art molto seguita e vinta da Manuela, che pochi mesi dopo avrebbe vinto il campionato italiano di latte art, proprio al MUMAC, durante la finale organizzata da SCA. Questa è stata una vittoria straordinaria ed ovviamente siamo grandi fan di Manuela. Come lei, molti di questi campioni passano dalla Mumac Academy, che vanta le prime aule certificate Sca Lab e trainer certificati Ast e presto Q-grader.»

L’aspetto relativo alla vittoria di Manuela Fensore è interessante: come ad Art&Caffeine riescano ad emergere dei maestri di caffetteria. Diventa una sorta di porta d’ingresso nel mondo dell’alta caffetteria?

Art & Caffeine 2018 presentazione latte art cappuccino
Art & Caffeine 2018 presentazione latte art cappuccino

«Gruppo Cimbali offre l’opportunità di formazione certificata di altissimo livello ai più giovani e non solo. Art&Caffeine rappresenta uno dei contributi di Gruppo Cimbali al mondo del caffé. Fornire le migliori attrezzature e risorse per sostenere chi diventerà il campione del futuro, è per noi una grande soddisfazione. Vogliamo continuare ad essere curiosi e coraggiosi e quello in programma a Citylife non sarà l’ultimo episodio di Art&Caffeine.»

Faema ha vissuto un grande momento a Londra. La presentazione di un nuovissimo modello: cosa si può dire alla vigilia di Art&Caffeine?

«Mentre ci prepariamo a questa nuova puntata di Art&Caffeine con la E71, un prodotto già di grande successo, stiamo mostrando la nuova E71 E al London Coffee Festival da dove giungono ottime notizia. Il lancio ufficiale della nuova macchina sarà per il World of Coffee ad Amsterdam di giugno.»

Il marchio Faema ha organizzato due grandi eventi, uno a Londra e l’altro a Milano, in contemporanea. È un fatto notevole.

L'Apecar Faema qui in versione MiniMumac con macchine professionali d'epoca
L’Apecar Faema qui in versione MiniMumac con macchine professionali d’epoca

«Aprile è un mese intenso. A Milano, in realtà, siamo anche all’opificio 31 di via Tortona con la nostra Apecar Faema E71. Inoltre, da qualche giorno si è inaugurata alla Triennale una mostra sul design italiano dove troviamo la nostra “cornuta” di Gio Ponti, pezzo rarissimo e in prestito nei più importanti musei al mondo. Infine, siamo presenti al Carro Ponte allo Spazio Mil alla mostra del Museo di impresa “Uno per Uno” con la E61 Faema.»

La famosa Cornuta firmata da Giò Ponti: al mondo ne esistono due esemplari. Uno di proprietà del Mumac, il museo delle macchine per il caffè professionali di Gruppo Cimbali
La famosa Cornuta firmata da Giò Ponti: al mondo ne esistono due esemplari. Uno di proprietà del Mumac, il museo delle macchine per il caffè professionali di Gruppo Cimbali

Per chi passerà da Milano, anche per il Salone del Mobile, tre appuntamenti interessanti. E, nello store Habitat in CityLife, con il ricco programma da vedere in diretta. Una volta tanto anche senza social…

“Con e senza! Senza per chi verrà a trovarci e con per i tanti amici che ci seguono da tutto il mondo. Quelle di Instagram e Facebook sono vetrine straordinarie per i nostri appuntamenti.”

Allora appuntamento a Citylife, ma anche sui social e on-line. Per esprimere il gradimento e per seguire nel dettaglio ciò che avviene attimo per attimo.