Home Salute e caffè Ecco come un ...

Ecco come un buon espresso può anche prevenire diversi tipi di patologie tumorali

espresso cancor La scienza conferma i numerosi benefici derivanti da un consumo moderato di caffè
La scienza conferma i numerosi benefici derivanti da un consumo moderato di caffè

MILANO — Tra i numerosi effetti salutari scientificamente provati derivanti dal consumo regolare di caffè e in particolare dell’espresso si annovera anche l’effetto di chemioprevenzione, ossia di prevenzione del cancro. Detta attività preventiva esercitata dalla caffeina e da altri composti presenti nella bevanda avviene in relazione alla quantità ingerita. Altrimenti detto vi è una quantità minima di caffè da assumere affinché essa eserciti il suo effetto.

Quello che vi proponiamo di seguito è un elenco – scritto dal Dott. Bruno Benini, per il sito Chirurgia Laparoscopica – che riassume i quantitativi minimi suddivisi per tipo di patologia. Va sottolineato che tali dati non fanno del caffè una panacea, osserva lo stesso sito.

Perché se si esaminano nel dettaglio gli studi si osserva come esistano numerose variabili nell’ambito dei fattori di rischio e prevenzione della comparsa delle neoplasie.

MAGAZZINI DEL CAFFE’
HOST

Un corretto stile di vita ed una corretta alimentazione sono alla base dei processi preventivi; ma altri legati a fattori genetici od ambientali sono al momento di difficile modificazione.

Resta però il fatto che è bello sapere che una piacevole abitudine, come bere un buon espresso, corrisponda, una volta tanto, anche a un gesto salutare e di prevenzione del cancro.

Ecco dunque l’elenco:

  • Carcinoma dell’orofaringe e del capo: 4 tazze al giorno riducono l’incidenza del 39% (Can EpidemiolBioPrev, June 2010)
  • Carcinoma dell’utero: le donne che consumano più di due tazze di caffè al giorno hanno meno probabilità di ammalarsi di carcinoma dell’utero (Can EpidemiolBioPrev, January 2015)
  • Cancro della prostata: gli uomini che consumano sei tazze di caffè al giorno riducono il rischio di cancro della prostata del 60% (Sci Daily, December 2009)
  • Neoplasie cerebrali: sono prevenute dal consumo minimo di cinque tazze, nella misura del 40%, ma solo per alcune forme (Can EpidemiolBioPrev, January 2010)
  • Carcinoma del colon: si è osservata una riduzione dell’incidenza di neoplasie colorettali del 25% in correlazione all’assunzione di almeno due tazze (Coloncancer, AACR meeting abstract, 2014)
  • Carcinoma della mammella: l’effetto preventivo si ottiene con almeno tre tazze al giorno (Sci Daily, April 2008)
  • Epatocarcinoma: questa neoplasia del fegato può essere prevenuta nel 29% dei casi dal consumo di 3 tazze di caffè (ClinGastroenterolHepatol, 2013)
  • Melanoma: i bevitori di almeno quattro tazze di caffè hanno il 20% di probabilità in meno di ammalarsi di melanoma rispetto ai non bevitori (JNCI, January 2015)
  • Neoplasie del pancreas: l’effetto preventivo del caffè è stato osservato nei consumatori maschi di tre tazze di caffè, ma non nelle donne (World J Gastroenterol).