Home Zucchero Dolcificanti Dolcificanti:...

Dolcificanti: non fanno dimagrire, anzi possono causare danni alla salute

Cosa dice la scienza sull'utilizzo dei dolcificanti
Cosa dice la scienza sull'utilizzo dei dolcificanti

MILANO – Allarme dal mondo scientifico per tutti coloro che hanno deciso di iniziare una dieta e magari hanno contato un po’ troppo sull’uso dei dolcificanti. Alcuni di questi non fanno dimagrire, anzi, sono dannosi per la salute. Leggiamo il frutto degli ultimi studi rispetto a questa alternativa allo zucchero, dal sito businessonline.it.

Dolcificanti, facciamo chiarezza

Sostituire il classico zucchero, raffinato, con uso dei dolcificanti per non ingrassare: è una consuetudine seguita da tanti ma si tratta, in realtà, di una falsa credenza come dimostrano nuovi studi e recenti ricerche. Stando, infatti, a quanto riportano le ultime notizie, i dolcificanti non possono essere consumati senza limiti e liberamente. Inoltre, non è vero che non fanno ingrassare perché contengono, in realtà, grandi quantità di calorie.

Quali sono le loro proprietà

I più comuni dolcificanti, stando a recenti ricerche, sono aspartame, saccarina, stevia e fruttosio, usati al posto dello zucchero nei cibi e nel caffè pensando che sia dietetici e meno calorici dello zucchero. In particolare, l’aspartame ha un potere dolcificante 200 volte superiore rispetto allo zucchero, mentre quello della saccarina è addirittura 450-600 volte superiore.

MAGAZZINI DEL CAFFE’
HOST

Servono 200 grammi di zucchero per avere lo stesso potere addolcente di 1 grammo di aspartame

Mentre i dolcificanti naturali invece, come il fruttosio , il destrosio, il sorbitolo o la stevia, si trovano in natura. Quindi hanno un indice glicemico più basso dello zucchero ma un potere dolcificante leggermente superiore.

Fanno davvero dimagrire?

Recenti studi hanno rivelato che sui dolcificanti artificiali non esistono evidenze scientifiche sui benefici apportati al posto dello zucchero, anzi. Il consumo eccessivo di quelli naturali aumenta il rischio di obesità e di iperlipemia, insulino-resistenza; problemi circolatori, maggiore suscettibilità ad alcune forme tumorali. Per quanto riguarda invece i dolcificanti artificiali, apparentemente più salutari e sicuri, non esistono studi su eventuali rischi per la salute che dosaggi elevati potrebbero causare.

Inoltre, stando a recenti ricerche, i dolcificanti artificiali hanno un effetto diseducativo sul sapore

E il pericolo di obesità per il loro uso deriva dal fatto che chi usa i dolcificanti, volendo dimagrire, spesso tende a consumare prodotti senza zucchero che però non è vero che non fanno ingrassare o che possono essere consumati liberamente. Perché molti di questi prodotti contengono più grassi per essere più saporiti e, di conseguenza, hanno moltissime calorie.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia comunque di non superare il 10% delle calorie totali attraverso il consumo di zucchero.