CIMBALI M2
mercoledì 12 Giugno 2024
  • CIMBALI M2

De’Longhi con World Coffee Research e Slow Food Coffee Coalition per la sostenibilità

Zeno Adami, Global Brand Director dell'azienda: “Come produttori di macchine che partono dai chicchi freschi per trasformarli nel caffè che noi tutti amiamo, abbiamo la responsabilità di proteggere le persone e i processi che sono alla base del nostro business, avvicinando nel contempo i consumatori alle attività che precedono il loro caffè. Siamo lieti di poter collaborare con due importanti organizzazioni nel cercare di rafforzare e trasformare il futuro del settore del caffè e garantire maggiore trasparenza ai nostri consumatori”

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
  • Water and more
Carte Dozio
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – Mentre il conto alla rovescia verso la COP27 procede e mancano meno di 50 giorni alla Conferenza globale sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite, De’Longhi, leader mondiale nella produzione di macchine da caffè, annuncia due nuove partnership strategiche con World Coffee Research (WCR) e Slow Food Coffee Coalition (SFCC).

Avvalendosi dell’esperienza di queste organizzazioni, De’Longhi punta a dare il proprio contributo al settore del caffè nel suo complesso con iniziative a tutela della qualità dell’offerta e volte a salvaguardare l’ambiente dove il caffè viene coltivato, così da migliorare le condizioni di vita degli agricoltori e le pratiche aziendali da loro utilizzate. Queste partnership rappresentano una tappa cruciale nel percorso di sostenibilità del brand e contribuiscono alla strategia di sostenibilità del Gruppo De’Longhi.

De’Longhi insieme a World Coffee Research e Slow Food Coffee Coalition

L’azienda sarà sempre più impegnata nel supportare le modalità di produzione e consumo nell’ambito della propria catena del valore e a livello globale, e allo stesso tempo, a sensibilizzare i consumatori verso scelte informate e responsabili quando si preparano un buon caffè.

“Come produttori di macchine che partono dai chicchi freschi per trasformarli nel caffè che noi tutti amiamo, abbiamo la responsabilità di proteggere le persone e i processi che sono alla base del nostro business, avvicinando nel contempo i consumatori alle attività che precedono il loro caffè”, afferma Zeno Adami, Global Brand Director di De’Longhi. “Siamo lieti di poter collaborare con due importanti organizzazioni nel cercare di rafforzare e trasformare il futuro del settore del caffè e garantire maggiore trasparenza ai nostri consumatori”.

World Coffee Research (WCR)

Nello specifico, la partnership di De’Longhi con WCR supporterà attività di ricerca riguardo alla coltivazione, protezione e miglioramento dell’offerta di caffè di qualità, nonché sulle modalità per migliorare le condizioni di vita dei coltivatori. Con le proprie macchine per caffè in chicchi, De’Longhi sottoporrà inoltre a test le varietà di chicchi di caffè identificate dal WCR supportando in tal modo l’obiettivo dell’organizzazione di proteggere nuove varietà resistenti al cambiamento climatico.

“Siamo felici ed orgogliosi che De’Longhi, leader globale nella produzione di macchine da caffè, si unisca ai leader del settore globale del caffè per promuovere soluzioni agricole science-based volte ad assicurare urgentemente, insieme a WCR, un’offerta diversificata e sostenibile di caffè di qualità oggi e per le generazioni future”, commenta Vern Long, ceo della World Coffee Coalition.

Slow Food Coffee Coalition (SFCC)

Attraverso la partnership con SFCC – una coalizione fondata dalla no profit internazionale Slow Food – De’Longhi si impegna a migliorare le proprie pratiche e supportare cambiamenti su ampia scala che partono dalla base della filiera con l’obiettivo di tutelare sia l’ambiente che i diritti dei lavoratori.

De’Longhi si appoggerà al network di SFCC per collaborare con stakeholder dell’intero settore del caffè al fine di facilitare l’accesso a caffè prodotto in maniera equa e rispettosa dell’ambiente oltre che promuovere per i consumatori attività educative sul tema.

“Sia SFCC che De’Longhi riconoscono che c’è urgente bisogno di tutelare l’ambiente, i produttori e la bevanda più consumata al mondo”, commenta Emanuele Dughera, coordinatore della Slow Food Coffee Coalition. “Siamo entusiasti di collaborare con De’Longhi – un player di livello all’interno della catena del valore del caffè, e con una grande influenza nel settore. I loro input e la loro disponibilità a lavorare insieme ci consentiranno di migliorare l’offerta, la tracciabilità e la domanda di buon caffè di qualità, prodotto a condizioni eque e rispettose dell’ambiente”.

I progressi delle due partnership annunciate oggi saranno comunicati sul sito web di De’Longhi Coffee Lounge. Il sito, lanciato a inizio 2022 come risorsa formativa, offre ai consumatori informazioni dettagliate sul loro caffè e sull’accesso al network De’Longhi di torrefazioni locali in tutto il mondo.

Al seguente link è disponibile anche il video Manifesto “Transforming with Integrity”.

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie