venerdì 24 Maggio 2024
  • CIMBALI M2

Cristina Scocchia, ceo illycaffè, è Marketer of the year 2022

L'amministratore delegato dell'azienda: “Sono molto orgogliosa di ricevere il premio Marketer of the year. Nella mia carriera mi sono sempre impegnata a creare strategie che concilino la crescita economica con i valori etici, sociali e ambientali. Noi professionisti del marketing e leader aziendali abbiamo una responsabilità che travalica la mera dimensione economica e si estende a quella valoriale perché le aziende sono corpi sociali che devono creare valore per la collettività nel suo insieme”

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
Water and more
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – Cristina Scocchia, ceo di illycaffè, ha ricevuto il premio Marketer of the year 2022 assegnato dalla Società italiana marketing (Sim), associazione scientifica che riunisce l’intera comunità accademica di Marketing. La seconda donna a ricevere il premio Sim Marketer of the year, Cristina Scocchia è ceo di illycaffè dal gennaio 2022. Ha iniziato la sua carriera in Procter&Gamble, dove a partire dal 1997 ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità su mercati maturi ed emergenti fino a divenire nel 2012 leader delle Cosmetics International Operations con la supervisione di un brand portfolio in oltre 70 Paesi.

Cristina Scocchia riceve il premio Marketer of the year 2022

Dal 2014 al 2017, è stata amministratrice delegata di L’Oréal Italia e ha guidato il ritorno alla crescita della società in un contesto economico sfidante. Da luglio 2017 a dicembre 2021, ha ricoperto il ruolo di amministratrice delegata di Kiko, azienda leader del make-up, guidando un turnaround di successo grazie ad un piano industriale basato su innovazione di prodotto, trasformazione digitale ed espansione geografica in Medio Oriente ed Asia.

Triestespresso

Relatrice in numerosi congressi e conferenze nazionali ed internazionali sui temi dello sviluppo aziendale, della leadership, della diversità e della sostenibilità, Cristina Scocchia fa anche parte del Consiglio di amministrazione di EssilorLuxottica e di Fincantieri, dove ricopre la carica di Presidente del Comitato Nomine, oltre ad essere consigliere di Altagamma.

Nel corso della sua carriera ha reso concrete visioni inclusive nei confronti dei consumatori finali e dei propri colleghi e colleghe, contribuendo a diffondere un approccio di marketing basato su solidi valori e impatto sociale.

Il prestigioso riconoscimento Marketer of the year della Società italiana marketing  è assegnato ogni anno a esponenti del mondo imprenditoriale e manageriale che perseguono strategie innovative coerenti con i valori espressi nel Manifesto del Marketing della Sim, creando non solo valore economico, ma anche e soprattutto sociale.

Il premio, istituito nel 2017, è stato conferito a Brunello Cucinelli, presidente di Brunello Cucinelli, ad Alberto Bombassei, presidente di Brembo (2018), a Guido Barilla, presidente del Gruppo Barilla (2019), a Giuseppe Lavazza, vicepresidente della Luigi Lavazza (2020) e a Sabina Belli ceodel gruppo Pomellato (2021).

“Sono molto orgogliosa di ricevere il premio Marketer of the year, commenta Cristina Scocchia – ceo di illycaffè. Nella mia carriera mi sono sempre impegnata a creare strategie che concilino la crescita economica con i valori etici, sociali e ambientali. Noi professionisti del marketing e leader aziendali abbiamo una responsabilità che travalica la mera dimensione economica e si estende a quella valoriale perché le aziende sono corpi sociali che devono creare valore per la collettività nel suo insieme”.

“È un onore attribuire il premio Marketer of the year ad una professionista come Cristina Scocchia che si è distinta per le sue competenze e per la sua capacità di farsi promotrice di strategie aziendali di successo che hanno indirizzato le aziende da lei condotte nel rispetto dei principi di social responsibility, centrali anche per la nostra associazione. Confido che il suo operato possa essere fonte di ispirazione non solo per gli uomini e le donne di marketing, ma anche per tutti giovani in contatto con la Società italiana marketing” Angelo Di Gregorio, presidente della Sim e direttore del CRIET Centro di Ricerca Interuniversitario in Economia del territorio dell’Università di Milano -Bicocca, dove è ordinario di economia e gestione delle imprese.

La scheda sintetica di Sim

Dal 2003 la Simpromuove numerose attività di ricerca scientifica e formazione condotte nelle università italiane: divulgazione delle migliori best practice aziendali e riconoscimento delle eccellenze imprenditoriali; il premio Marketer of the year; la collana sui casi aziendali; la diffusione ed applicazione dei risultati della ricerca di marketing nel mondo aziendale nella società civile e nella comunità accademica internazionale attraverso la rivista Italian Journal of Marketing; la Sim Conference annuale; i Grant di ricerca promossi in collaborazione con i partner internazionali; i progetti rivolti ai giovani ricercatori come il Doctoral & Research Colloquium e la Scuola di Metodologia della Ricerca.

La Sim identifica anche i giovani talenti di marketing in tutte le università italiane attraverso il Premio Marketing per l’Università (evento giunto alla 34^ edizione quest’anno con il caso Ferrarelle). I migliori studenti, chiamati a lavorare su uno specifico progetto, hanno così la possibilità di confrontarsi e collaborare ogni anno con una importante azienda.

La scheda sintetica di illycaffè

illycaffè è un’azienda familiare italiana fondata a Trieste nel 1933, che da sempre si prefigge la missione di offrire il miglior caffè al mondo. Produce un unico blend 100% Arabica composto da 9 ingredienti diversi. L’azienda seleziona solo l’1% dei migliori chicchi di Arabica al mondo.Ogni giorno vengono gustate 8 milioni di tazzine di caffè illy nei bar, ristoranti, alberghi, caffè monomarca, case e uffici di oltre 140 paesi, in cui l’azienda è presente attraverso filiali e distributori.

Fin dalla nascita illycaffè ha orientato le proprie strategie verso un modello di business sostenibile, impegno che ha rafforzato nel 2019 adottando lo status di Società Benefit e nel 2021 diventando la prima azienda italiana del caffè ad ottenere la certificazione internazionale B Corp.

Dal 2013 illycaffè è inoltre una delle World Most Ethical Companies. Tutto ciò che è ‘made in illy’ viene arricchito di bellezza e arte, a cominciare dal logo, disegnato da James Rosenquist, le illy Art Collection, le tazzine decorate da più di 125 artisti internazionali o le macchine da caffè disegnate da designer di fama internazionale. Con l’obiettivo di diffonderne la cultura della qualità ai coltivatori, baristi e amanti del caffè, l’azienda ha sviluppato la sua Università del Caffè che ad oggi svolge corsi in 25 paesi del mondo.

Nel 2021 Rhône Capital è entrato nel capitale di illycaffè con una quota di minoranza per accompagnare l’azienda nella crescita internazionale. Nel 2022 illycaffè ha impiegato 1230 persone e ha generato un fatturato consolidato pari a €567,7 milioni. La rete monomarca illy conta 190 punti vendita in 34 Paesi.

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie

Carte Dozio