Home Catene di caffetterie Coca Cola al ...

Coca Cola al McDonald’s è più buona? Ecco perché è vero: spiegato il mistero

A fare un po' di chiarezza sulla controversa questione ci hanno pensato i legittimi rappresentanti di una delle parti in causa: un dirigente della multinazionale del fast food ha smentito categoricamente l'ipotesi “complottista” della ricetta segreta passata dai vertici di Coca Cola agli alleati storici insieme ai quali marciano a braccetto alla conquista del pianeta dal lontano 1955

coca cola
Un'immagine dissetante della bibita gasata

MILANO – Esistono degli intenditori di vino, dei degustatori di caffè e, seguendo la linea del contenuto di caffeina, ci sono anche gli esperti di Coca Cola che sanno determinare dove si beva più buona. La risposta potrà stupire, ma il bicchiere migliore è stato trovato nella catena fast food di McDonald’s. Scopriamo il motivo dietro questo primato, dal sito social.excite.it.

Coca Cola: la migliore si beve nei McDonald’s

Oltre secolo di collaborazione, rivelatasi ben presto un vero e proprio connubio, tra Coca Cola e Mc Donald’s ha regalato ai due brand iconici del capitalismo a stelle e strisce solide basi per esercitare una lunga e solida egemonia in tutto il mondo. Il solo colpo d’occhio di qualsiasi metropoli occidentale e non solo rende già l’idea: non esiste piazza centrale di una grande città a vocazione turistica priva di uno, o entrambi i simboli delle multinazionali americane. Non è certo un caso se, accanto ai panini del più popolare fast food degli ultimi decenni puntualmente appaiano in bella mostra le bibite gassate dal colore scuro e dal sapore unico. Qualcosa di simile a una leggenda metropolitana racconta che la “mitica” bevanda dalle inesauribili bollicine sia più buona tra le mura amiche della catena franchising leader su scala planetaria nel settore ristorazione e “self service”.

Questione di gusto

Cosa c’è di vero in questa storia? Naturalmente, non tutti notano le sfumature e pertanto la (vera o presunta) differenza di gusto tra una “Coke” servita all’interno di un Mc Donald’s e una bibita dello stesso tipo assaporata altrove resta un mistero agli occhi della maggioranza degli assaggiatori.

Coca Cola più buona: realtà o suggestione?

Le teorie a riguardo sono fondamentalmente tre: o esiste una ricetta particolare che ne modifica alcune componenti oppure sul sapore incide il metodo di conservazione, o infine si tratta di una semplice impressione dettata da suggestione collettiva.

Parola ai diretti interessati

A fare un po’ di chiarezza sulla controversa questione ci hanno pensato i legittimi rappresentanti di una delle parti in causa: un dirigente della multinazionale del fast food ha smentito categoricamente l’ipotesi “complottista” della ricetta segreta passata dai vertici di Coca Cola agli alleati storici insieme ai quali marciano a braccetto alla conquista del pianeta dal lontano 1955.

Come conservare la Coca Cola

Piuttosto, si può parlare senza problemi di una migliore tecnica di mantenimento dell’originario aroma posseduto dalla bevanda gassata nelle bottiglie di vetro grazie ai contenitori in accaio inossidabile e alle temperature bassissime (vicine al grado di congelamento, come consigliato dai produttori) con cui viene conservata nei frigoriferi dei locali la preziosa miscela.

Niente inganni

I livelli molto elevati di Co2 e il costante ricircolo della miscela fanno sì che la qualità del prodotto sia in effetti superiore alla media: non c’è trucco, non è inganno, ma neanche magia!