CIMBALI M2
domenica 16 Giugno 2024
  • CIMBALI M2

Coca-Cola Italia: mezzo miliardo di investimenti in 10 anni per la sostenibilità

Al centro degli investimenti ci sono i 6 stabilimenti produttivi dell’azienda: 3 dedicati alla produzione di bibite situati a Nogara (VR), Oricola (AQ), Marcianise (CE), 2 siti di imbottigliamento di acque minerali, Fonti del Vulturea Rionero in Vulture (PZ) e Lurisia a Roccaforte Mondovì (CN) e un innovativo polo situato a Gaglianico (BI) dedicato alla produzione di preforme in plastica riciclata(rPET) destinate all’imbottigliamento dei prodotti dell’azienda

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
  • Water and more
Carte Dozio
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

Come evidenziato dal rilascio del 19° Rapporto di sostenibilità di Coca-Cola HBC Italia, l’azienda ha investito circa mezzo miliardo di euro nel nostro Paese in iniziative volte alla promozione di un processo di innovazione focalizzato su un modello di economia circolare. Leggiamo di seguito la prima parte dell’articolo pubblicato sul portale d’informazione Efa News.

L’impegno di Coca-Cola Italia verso la sostenibilità

MILANO – “Fare impresa in modo sostenibile è un’opportunità per stimolare l’innovazione, motore di crescita economica e sociale”. È, questo, uno dei driver riportati all’interno del 19° Rapporto di Sostenibilità di Coca-Cola HBC Italia 2022 dal titolo “La Scelta di Guardare Lontano”, revisionato da Deloitte & Touche, redatto secondo i parametri di rendicontazione internazionale Gri Standards in accordance e pubblicato venerdì scorso.

Una visione sul futuro, sottolinea il report, che “trova concretezza negli investimenti realizzati negli ultimi 10 anni da Coca-Cola HBC Italia, il principale imbottigliatore di prodotti a marchio The Coca-Cola Company sul territorio nazionale”. L’azienda ha investito circa mezzo miliardo di euro nel nostro Paese in “iniziative volte a promuovere un processo di innovazione particolarmente focalizzato sulla transizione verso un modello di economia circolare“.

Al centro degli investimenti ci sono i 6 stabilimenti produttivi dell’azienda: 3 dedicati alla produzione di bibite situati a Nogara (VR), Oricola (AQ), Marcianise (CE), 2 siti di imbottigliamento di acque minerali, Fonti del Vulturea Rionero in Vulture (PZ) e Lurisia a Roccaforte Mondovì (CN) e un innovativo polo situato a Gaglianico (BI) dedicato alla produzione di preforme in plastica riciclata(rPET) destinate all’imbottigliamento dei prodotti dell’azienda.

Negli impianti Coca-Cola HBC Italia “ha adottato le migliori tecnologie produttive“: in particolare, il 2022 è stato l’anno della riapertura della fabbrica CCH CircularPET di Gaglianico (Biella) che, sottolinea il report, “è ora un innovativo impianto capace di trasformare fino a 30.000 tonnellate di pet all’anno in preforme in 100% plastica riciclata (rPET) destinate all’imbottigliamento del portafoglio bevande in Italia”.

La circolarità degli imballaggi primari e secondari

A questo si aggiunge la grande attenzione rivolta all’innovazione degli imballaggi primari e secondari, per agevolarne la circolarità, con il raggiungimento di importanti traguardi, come il crescente utilizzo di plastica riciclata (rPET), oggi estesa a tutte le bibite in pet dell’azienda e l’implementazione di “Tethered Cap” per tenere i tappi legati alle bottiglie, con l’obiettivo di ridurre la dispersione di plastica nell’ambiente.

“La ricetta sostenibile di Coca-Cola HBC Italia non si limita al packaging -aggiunge il report- ma guarda all’intera filiera, come testimoniato dalla strategia di Gruppo NetZeroby40, per raggiungere zero emissioni nette lungo l’intera catena del valore entro il 2040”.

L’Italia, anche in questo ambito, conferma il proprio impegno e i propri risultati: nel 2022 l’azienda ha ridotto l’intensità di emissioni Scope 1 e Scope 2 Market Based del 47% rispetto al 2010, pari ad una diminuzione in valore assoluto di 4

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie