Home Aziende Industria Fabbri 1905: ...

Fabbri 1905: Carlotta Fabbri assume la carica di Direttore Commerciale Italia

Carlotta Fabbri
Carlotta Fabbri

BOLOGNA – Nuove nomine familiari in Fabbri 1905. Un altro membro della quinta generazione arriva a un incarico di vertice nell’azienda fondata nel 1905. Dopo Stefania Fabbri AD e dirigente nell’area Acquisti, Federico Fabbri Direttore della Fabbri Argentina e Pietro Fabbri Direttore della Fabbri Brasile, da gennaio 2019 Carlotta Fabbri ha assunto la carica di Direttore Commerciale Italia della business unit gelateria e pasticceria nel Gruppo, che ha per capostipite il suo trisavolo.

Carlotta, 35 anni, non è al primo incarico negli uffici di via Emilia Ponente a Bologna dove è entrata giovanissima.

Il suo curriculum scolastico vanta un doppio diploma:

baccalauréat in Francia e maturità linguistica in Italia. Laureata in Comunicazione e linguistica multimediale all’Università di Firenze, ha il primo contatto con il mondo del lavoro nel 2005 in un’agenzia di comunicazione ed eventi.

MAGAZZINI DEL CAFFE’
HOST

Contestualmente dal 2007 al 2010 è giornalista di cronaca al Resto del Carlino di Bologna; poi entra nell’azienda di famiglia, facendo esperienza soprattutto all’estero e in particolare presso la sede Argentina.

Il patto familiare per le nuove generazioni

Seguendo il progetto di formazione concordato dal patto familiare per le nuove generazioni che entrano nell’impresa di Famiglia, negli ultimi anni Carlotta torna a Bologna per terminare il percorso formativo e di conoscenza a 360 gradi delle attività dell’Azienda, interpretando più funzioni.

Dall’inizio del 2018 ricopre l’incarico di Consigliere per la sezione Ingredienti per gelato di Unione Italiana Food.

Orgogliosa del nuovo ruolo

“All’orgoglio di ricoprire questo ruolo in azienda – dichiara a proposito della nuova nomina – si aggiunge un aspetto affettivo ed emozionale. Perché proseguo un percorso già tracciato da mio padre. Fin da bambina sognavo di lavorare nell’Azienda di Famiglia insieme a mio padre. Che ha sempre coinvolto me e i miei due fratelli nel suo lavoro. Facendoci diventare i primi assaggiatori dei nuovi gusti di gelato e dando sempre molta importanza al nostro parere”.