CIMBALI M2
sabato 15 Giugno 2024
  • CIMBALI M2

Caffetteria in Giappone, relax tra giardini, luce, sedute e legno

L'Architetto Hiroyuki Shinozaky progetta un ampliamento in legno per realizzare una Caffetteria (FOTO) il cui scopo principale è il relax. Riposo per chi passa e si siede a sorseggiare un buon caffé, in un luogo che parla tramite luce, vetro, legno e verde

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
  • Water and more
Carte Dozio
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

Il progetto realizzato dall’Architetto Hiroyuki Shinozaky, nella città di Odawara in Giappone, sviluppa il tema dell’ampliamento di un’abitazione esistente per la realizzazione di una Caffetteria con struttura in legno.

Studio
Il progetto della caffetteria é stato localizzato accanto l’abitazione dei proprietari. Il progettista ha prestato attenzione a tre tipi di distanze: gli spazi all’interno della Caffetteria, la distanza tra Caffetteria e casa esistente, la distanza tra spazi interni ed esterni. Ognuna di queste distanze é legata tra loro.

Il progetto
La filosofia é quella di poter sorseggiare un caffè, come in un parco, in una tranquilla strada residenziale, dove la gente ha scelto un luogo amichevole per prendere una tazza di caffè e rilassarsi.

Gli spazi
Ogni spazio offre un luogo per la lettura e per il relax, in cui la vista degli alberi e della vegetazione all’esterno permette di godere appieno degli ambienti. Gli spazi sono separati delicatamente da lastre di vetro verticali, che consentono di condividere gli spazi ma al contempo di separare i vani della Caffetteria stessa.

I “Giardini”
I piccoli giardini sono molto importanti nel progetto, poiché l’intento del progettista era riprendere il concetto del giardino come luogo ideale in cui rilassarsi bevendo un caffé e leggendo un giornale.

Gli spazi per sedersi
Sono stati così individuati due spazi per sedersi, oltre al bancone, con ” piccoli giardini” disposti separatamente, in modo che le persone possano sperimentare il concetto di esterno/interno pur all’interno di una struttura chiusa. I diversi tipi di posti a sedere, dal bancone del bar con due sedie, ai due spazi con 2 e 4 sedie o i sedili a pavimento consentono così di vivere questo momento di relax in modo del tutto diverso.

Vegetazione e giardino “secco”
Ad esempio, in alcune aree la vista é interrotta da alberi con altezza che varia da 1m a 1,8 m, mentre in un altro spazio é presente un giardino secco, disposto su un lato della casa e visibile dall’interno, che riprende la tradizione di questo tipico spazio giapponese.

Luce naturale
Inoltre, a seconda dell’orientamento e dell’ora, la luce diretta che illumina ogni seduta e i piccoli giardini cambia gradualmente l’atmosfera, riuscendo a creare profondità differente nello spazio della caffetteria, durante la giornata.

Finiture e struttura
Per quanto riguarda le finiture, le parti esterne dei pannelli in legno, sono state piallate per ottenere un effetto di legno a vista. La struttura di base dell’edificio è costruita mediante il collegamento di dieci tavolati in legno di grandi dimensioni con spessore di 42 millimetri e pannello superiore di compensato con spessore di 9 millimetri.

Cemento e Fondazioni
Ognuno dei pannelli con dimensioni e altezze diverse, caratterizzano uno spazio differente ché é stato personalizzato mediante i mobili, l’illuminazione e gli impianti. I dieci pannelli sono connessi a lastre in cemento dello spessore di 25 centimetri e si trovava a 1,8 metri dalle fondazioni dell’edificio.

La struttura, i tavoli, le sedie, gli spazi, le finiture, fino al tetto che ricopre gli spazi, concorrono a creare un ambiente unico in cui bere il caffè diviene azione fondamentale, da cui é partita la progettazione sapientemente elaborata dall’Architetto Hiroyuki Shinozaky.

Fonte: http://www.legnoonweb.com/progetti/caffetteria-giappone-relax-tra-giardini-luce-sedute-e-legno.html

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie