domenica 26 Settembre 2021

Caffè leccese: la ricetta originale di Quarta caffè ritorna anche questa estate

I più penseranno che essendoci il ghiaccio questo caffè si debba consumare solo nei mesi estivi. Vero, a gennaio forse una cioccolata calda è da preferire a una bevanda rinfrescante, ma se un giorno vogliamo cambiare il nostro modo di fare colazione, allora possiamo provare a deliziarci con questa miscela gustosissima

Da leggere

LECCE – Quando le temperature si alzano si ripresenta puntuale la voglia del caffè leccese, quando l’espresso incontra il ghiaccio e lo sciroppo di mandorle l’incontro è felicissimo per il palato. E quando parliamo di caffè leccese subito dopo viene in mente Quarta Caffè, legata a doppio filo con questa ricetta fredda e che mette a disposizione dei coffeelovers tutti gli ingredienti tradizionali per farlo, dal liquore alla mandorla in poi. Leggiamo la ricetta da proiezionidiborsa.it.

Caffè leccese: tutto pronto per l’estate

Chiunque sia stato in vacanza in Salento conosce questa bevanda straordinaria: stiamo parlando del caffè leccese, conosciuto anche come caffè in ghiaccio. Grazie a pochissimi ingredienti si può fare una colazione da Re con il caffè leccese. I più penseranno che essendoci il ghiaccio questo caffè si debba consumare solo nei mesi estivi. Vero, a gennaio forse una cioccolata calda è da preferire a una bevanda rinfrescante, ma se un giorno vogliamo cambiare il nostro modo di fare colazione, allora possiamo provare a deliziarci con questa miscela gustosissima. La brutta notizia è che il caffè leccese non è molto diffuso in Italia, ancora non esce molto dai confini pugliesi. Quella bella è che possiamo facilmente prepararlo in casa. Ecco come.

Ingredienti

caffè espresso;

latte di mandorla;

ghiaccio q.b. (in cubetti o tritato);

per i più allegri: “Felicità” di Albano e Romina come sfondo musicale.

Preparazione
La preparazione è davvero banale e alla portata di tutti. Per prima cosa mettiamo il ghiaccio in un bicchiere di vetro spesso (anche una tazza di medie dimensioni va bene), poi versiamo il latte di mandorla nel bicchiere. A questo punto versiamo anche il caffè caldo della moka e giriamo il tutto. Esiste una lunga diatriba riguardo all’ordine con cui versare gli ingredienti nel bicchiere. Qualcuno sostiene che vada messo prima il caffè, altri preferiscono versare prima il latte di mandorla. Chi si accontenta gode, no? Su una cosa possiamo tutti essere d’accordo però: possiamo evitare di mettere lo zucchero. Il latte di mandorla infatti è già abbastanza dolce, quindi altro zucchero sarebbe superfluo.

Consiglio extra

Possiamo ora fare la nostra colazione da Re con il caffè leccese, ma forse manca qualcosa. Sì, lui: il pasticciotto. Farcito con il pistacchio, con le mandorle, con l’amarena o con il cioccolato non importa, è sempre una gioia per il palato. I pasticciotti fanno davvero gola, ma non esageriamo, altrimenti faremo una gran fatica a pranzo.

Ultime Notizie