mercoledì 22 Settembre 2021

Bonus idrico fino a 5.000 € per i sistemi di filtraggio: ecco chi ne può beneficiare

La disposizione, introdotta alla Camera, istituisce un credito d'imposta per l'acquisto di sistemi di filtraggio acqua potabile, attribuito alle persone fisiche e ai soggetti esercenti attività d'impresa, arti e professioni, nonché agli enti non commerciali, nella misura del 50% delle spese sostenute dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2022

Da leggere

MILANO – Sulla Gazzetta Ufficiale numero 322 di mercoledì 30 dicembre, è stata pubblicata la legge più comunemente nota come Legge Finanziaria. Queste norme sono in vigore a partire da venerdì 1° gennaio 2021. Tra gli altri provvedimenti la Manovra finanziaria ha introdotto il bonus idrico, un incentivo per tutti coloro che effettuano interventi di sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di apparecchi di rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua.

Ma non è tutto qui, perché è stata introdotta una novità: un credito d’imposta per l’acquisto di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare E 290 dell’acqua potabile. All’iniziativa partecipa BWT Italia.

Il bonus idrico: l’obiettivo è di incentivare il consumo di acqua pubblica

Così come di risparmiare plastica e migliorare la qualità dell’acqua da bere. Il bonus consiste in un’agevolazione del 50% delle spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di tali sistemi e sarà riconosciuto dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2022.

Entrando nello specifico del provvedimento, per la parte che riguarda impianti acqua POU viene specificato :

Credito d’imposta per l’acquisto di sistemi di filtraggio acqua potabile (Co. 1087- 1089)

La disposizione, introdotta alla Camera, istituisce un credito d’imposta per l’acquisto di sistemi di filtraggio acqua potabile, attribuito alle persone fisiche e ai soggetti esercenti attività d’impresa, arti e professioni, nonché agli enti non commerciali, nella misura del 50% delle spese sostenute dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2022 fino ad un ammontare complessivo non superiore, per le persone fisiche esercenti attività economica, a 1.000 euro per ciascuna unità immobiliare o esercizio commerciale e, per gli altri soggetti, a 5.000 euro per ciascun immobile adibito all’attività commerciale o istituzionale, per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare E 290, finalizzati al miglioramento qualitativo delle acque destinate al consumo umano erogate da acquedotti. Il credito d’imposta spetta nel limite complessivo di 5 milioni di euro rispettivamente per l’anno 2021 e 2022.

Tra i beneficiari anche bar e ristoranti

In effetti, mentre il bonus idrico relativo alla sostituzione di sanitari, rubinetterie ecc. è destinato ai soggetti privati, il credito d’imposta per l’installazione di sistemi di filtraggio è destinato anche ai soggetti esercenti attività di somministrazione di cibi e bevande e attività d’impresa, arti e professioni, agli enti non commerciali. Compresi gli enti del Terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti.

Per questi, l’ammontare massimo della misura è di 5.000 euro (1.000 per i privati) ed allo scopo sono stati stanziati 5 milioni di euro per il 2021 e altrettanti per il 2022.

Come procedere per poter usufruire del bonus idrico

Occorre dimostrare tramite fattura di aver eseguito lavori di modifica strutturale dell’impianto idraulico volti all’installazione dell’apparecchio scelto per migliorare la qualità dell’acqua nella propria attività commerciale. Oltre all’acquisto dell’apparecchiatura, il bonus copre anche le spese sostenute per l’esecuzione dei lavori.

Chi porta in detrazione il dispenser è l’utilizzatore finale, quindi il singolo privato persona fisica oppure il bar, il ristorante, o l’albergo.

Nello specifico, BWT partecipa a questa iniziativa con i vari sistemi per l’erogazione di acqua potabile filtrata, sia sotto forma di cartucce a carbone attivo che dispenser acqua come la gamma Aqadrink o sistemi con rubinetti a più vie e filtrazione sotto lavello.

Ultime Notizie