Home Bere tè contr...

Bere tè contro l’osteoporosi: i sorprendenti risultati di uno studio australiano

tè frizzante
La classica tazza di tè lascia il posto a bevande sempre più complesse e strutturate

MILANO – Bere tè per contrastare l’osteoporosi. La bevanda, in quanto ricca di calcio, aiuta a mantenere la mineralizzazione delle ossa quando queste, con l’avanzare dell’età, si fanno più fragili. Lo rivela uno studio realizzato dall’australiana Flinders University e pubblicato dalla rivista American journal of clinical nutrition. Sorprendenti i risultati: 3 tazze di tè al giorno ridurrebbero il rischio fratture del 30%.

Lo studio ha riguardato un campione di 1.200 donne, maggiormente soggette a osteoporosi, con un’età media di 80 anni e dunque con problemi ossei già conclamati.

Dieci anni il periodo di osservazione, durante il quale sono state rilevate 288 fratture, di cui 129 all’anca.

CARTE DOZIO
FRANKE

La frequenza dei traumi è diminuita sino a un terzo tra le donne che consumavano regolarmente tè, soprattutto verde e nero.

Il merito sarebbe dei flavonoidi

Secondo i ricercatori, questi composti hanno una serie di benefici sulle ossa: le rinforzano, stimolano la produzione di nuove cellule riparando i tessuti e rallentano la degradazione di quelle già esistenti.