Home Formazione Baristi, la p...

Baristi, la passione non basta: servono studio, tecnica ed esperienza

baristi
Quella del barista è una professione che non si improvvisa

TREVISO – Il Consorzio di Tutela del Caffè Espresso Italiano Tradizionale torna a ribadire l’importanza della formazione a tutti i livelli della filiera del caffè, a cominciare dai baristi. “Preparare un caffè espresso a regola d’arte non è facile, va imparato” scrive il Consorzio. Una solida preparazione è fondamentale per poter offrire al consumatore finale un espresso di qualità.

“Il caffè espresso, infatti, non è un prodotto, è un procedimento” continua il Consorzio. “La bevanda che gustiamo nella tazzina è il risultato finale di un processo lungo e complesso. Che per raggiungere l’eccellenza necessita dell’interazione costante tra tutti gli anelli della filiera produttiva. È per questo che oggi le torrefazioni prevedono normalmente una scuola di formazione dove viene insegnato tecnicamente come realizzare il caffè espresso, come manutenere le attrezzature professionali. E come eseguire correttamente la degustazione della bevanda”.

I baristi e la regola classica delle 4 M

“Per fare un buon caffè, la regola di base è sempre la stessa: rispettare le famose 4 M” ricorda Giorgio Caballini di Sassoferrato, Presidente del Consorzio di Tutela del Caffè Espresso Italiano Tradizionale. “La macinatura regolata al punto giusto, una Miscela di qualità, la Macchina perfettamente efficiente. E per ultima, ma non meno importante, la mano dell’operatore.

“Il barista quando prepara un caffè espresso italiano si trova di fronte ad un algoritmo molto complicato. Potrà ottenere la formula che noi definiamo perfetta – 25 ml in 25 secondi – o 30 ml in 25 secondi. Oppure non ottenere affatto la percolazione del caffè”, dichiara Luigi Odello, Presidente dell’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè.

Per distruggere il risultato finale basta cambiare di mezzo grado la temperatura della macchina. Non solo passione ed entusiasmo, ma anche studio, tecnica ed esperienza sono dunque i requisiti fondamentali che devono possedere i baristi per portare l’eccellenza in tazzina.