domenica 05 Febbraio 2023

Tommaso Bacci, a Firenze: “Il mio sogno è creare uno Starbucks italiano”

L'imprenditore: “Gli stimoli principali di questo lavoro sono l’umiltà di imparare sempre, le critiche, i clienti soddisfatti e i collaboratori che credono in quello che stai facendo. In questo settore la difficoltà più importante si traduce in una frase che spesso utilizzo nelle riunioni col mio staff: ‘Realizzare un prodotto di qualità è riuscire a farlo buono ogni giorno, la costanza del prodotto è la chiave del nostro successo’. Lo stesso vale per la felicità del personale: tengo molto ai miei collaboratori e al gioco di squadra. La nostra forza è il gruppo”

Da leggere

Il ventisettenne Tommaso Bacci ha fatto ampliamente parlare di se grazie alla nuova apertura a The Mall di Reggello. Il giovane imprenditore di Firenze è riuscito in pochi anni a farsi un nome all’interno di un settore altamente competitivo. Per scoprirlo meglio, leggiamo di seguito l’intervista di Giacomo Iacobellis per il magazine Firenze Urban Lifestyle.

Il rivoluzionario della pasticceria fiorentina

FIRENZE – Antico Caffè Torino, Coronas Cafè e Antico Caffè Torino – Luxury Outlet: Tommaso Bacci, classe 1995, non ha certo paura delle sfide. Dalla storica pasticceria in Viale Giacomo Matteotti al celebre caffè in Via dei Calzaiuoli, con una nuova apertura a The Mall di Reggello, attraverso idee chiare e ambizioni strutturate il giovane imprenditore fiorentino è riuscito in pochi anni a farsi un nome all’interno di un settore per lui – fino a qualche tempo fa – totalmente sconosciuto.

Ci siamo fatti raccontare la sua storia personalmente, proprio a margine di una colazione nel dehors dell’Antico Caffè Torino fra golosi pasticciotti, cappuccino e piccola pasticceria.

Bacci, cosa porta un ragazzo di 27 anni a investire nel mondo della ristorazione e della pasticceria?

“Sono stati molti i fattori che mi hanno portato a investire in questo mondo, ma penso che al primo posto ci sia la passione. È sempre una questione di passione. Parliamo del resto di un settore assai complesso, a cui bisogna dedicare tempo ed energie per trovare le giuste soddisfazioni”.

Bacci, quali stimoli e quali difficoltà ha riscontrato?

“Gli stimoli principali di questo lavoro sono l’umiltà di imparare sempre, le critiche, i clienti soddisfatti e i collaboratori che credono in quello che stai facendo.

In questo settore la difficoltà più importante si traduce in una frase che spesso utilizzo nelle riunioni col mio staff: ‘Realizzare un prodotto di qualità è riuscire a farlo buono ogni giorno, la costanza del prodotto è la chiave del nostro successo’.

Lo stesso vale per la felicità del personale: tengo molto ai miei collaboratori – non mi piace chiamarli dipendenti – e al gioco di squadra. La nostra forza è il gruppo”.

Antico Caffè Torino, Coronas Cafè e Antico Caffè Torino – Luxury Outlet: tre realtà diverse, ma con gli stessi valori.

“In tutto sono tre negozi, ma in verità due progetti diversi. Antico Caffè Torino ha due punti vendita: innanzitutto lo storico Antico Caffè Torino di fronte a Piazza Isidoro del Lungo (già Piazza Torino, ndr), dove abbiamo il laboratorio di pasticceria e cucina espressa per i pranzi veloci; il secondo store all’interno del luxury outlet a Reggello vende gli stessi prodotti che troviamo nel negozio di Firenze, con l’aggiunta di un servizio di ristorazione all’altezza della location”.

Per leggere la notizia completa basta cliccare qui.

Ultime Notizie