Home Aziende Arriva il caf...

Arriva il caffè senza caffè, inquina di meno e la Horizon Ventures investe 2,6 milioni

horizon ventures
Una delle immagini, vagamente retrò, scelte per reclamizzare il crowdfunding del nuovo prodotto

MILANO – Gli impossible foods stanno prendendo sempre più spazio sul mercato: il pesce senza pesce, la carne senza carne… Ora pare sia giunto il turno del caffè, grazie all’investimento di 2,6 milioni di euro dell’azienda Horizon Ventures. La società di venture capital ha deciso di puntare le sue risorse su Atomo Coffee. Da Seattle, al lavoro per la creazione del caffè molecolare, caratterizzato da una serie di composti chimici.

Horizon Ventures cambia il futuro del chicco

Gli stessi vertici della società di Atomo Coffee, definiscono la loro intuizione come “un’alternativa più sostenibile al caffè”. Questo perché durante il processo produttivo sono neutralizzate le emissioni nocive determinate dal trasporto dello stesso caffè dai Paesi d’origine a quelli di importazione.

La svolta sintetica di Horizon Ventures e Atomo Coffee

Questa iniziativa pioneristica da parte delle due aziende si inserisce bene all’interno del quadro più ampio di alimenti alternativi. Gli impossible foods sono i beni di consumo su cui Horizon Ventures ha da sempre orientato le sue risorse finanziarie.

SENZANI
FRANKE

La duplicazione del caffè

L’obiettivo è semplice, quanto fantascientifico: essenzialmente, duplicare il caffè. Facile no? Basta rispolverare il caffè tradizionale e trasformarlo in una sua evoluzione high-tech. Sostituendo la caffeina con degli altri elementi. Per fortuna ci pensano gli scienziati a realizzare questo prodotto futuristico, nella speranza che, oltre ad esser sostenibile, sia anche buono il risultato in tazza.