Home Formazione Al Training C...

Al Training Center della Lavazza a Torino il primo corso Q-Grader Arabica

Robusta Q-Grader
La sala “Q-Grader” all’interno del Training Center Lavazza

SETTIMO TORINESE (Torino) — Dal 19 al 24 novembre, presso la sala “Q-Grader” recentemente inaugurata all’interno del Training Center Lavazza, si terrà il primo corso di Q-Grader Arabica.

A tenere il corso sarà Gloria Pedroza, qualificata e abilitata trainer del Coffee Quality Institute, il più importante ente internazionale impegnato nel miglioramento continuo della qualità del caffè e della vita delle comunità che lo producono.

Il corso si rivolge a professionisti provenienti da tutto il mondo. Esso combina formazione e test per rafforzare la comprensione del processo di Q-Grading.

Misurando così la capacità dei partecipanti di valutare il caffè secondo gli standard Sca – Specialty Coffee Association.

Il corso intende, a tutti gli effetti, affrontare in maniera intensiva i protocolli di Cupping e Grading richiesti per il certificato di Q-Grader.

E ciò attraverso una valutazione completa della capacità dell’individuo di selezionare il caffè verde, in modo da raggiungere le competenze necessarie a livello professionale.

I partecipanti affronteranno ventidue test specifici, che serviranno a misurare e implementare capacità sensoriali, abilità olfattive, tecnica della triangolazione e assaggio alla brasiliana, o cupping; oltre ad un esame scritto che verifica la conoscenza generale sul caffè.

Coloro che completeranno con successo questo corso saranno in grado di valutare obiettivamente un caffè basando il loro giudizio sulla qualità e l’origine della materia prima.

E potranno dunque fornire feedback sulle sfumature, i difetti e i sapori con il linguaggio universale utilizzato dai professionisti secondo gli standard Sca.

Chi è il Q-Grader

L’assaggiatore Q-Grader, infatti, è la figura abilitata a stabilire quando un caffè si può definire “Specialty” sulla base di standard e criteri ben definiti.

Per potersi definire “Specialty”, il prodotto deve superare una serie rigorosa di test. Detti test certificano l’assenza di difetti primari e un massimo di 5 difetti secondari. E qualificarsi alla prova di assaggio con un punteggio superiore ad 80(/100).

Il caffè deve essere conforme anche alla prova visiva: una volta tostati, tutti i chicchi devono avere un colore assolutamente uniforme.

La prima sala Q-Grader d’Italia

Da sempre in prima linea nel promuovere la formazione e la cultura del caffè di qualità, Lavazza mette a disposizione dei professionisti il suo Training Center. Esso conta 56 sedi nei cinque continenti, nelle quali si preparano ogni anno oltre 30mila persone.

La sede centrale di Settimo Torinese, all’interno dell’Innovation Center Lavazza, ospita la prima sala Q-Grader d’Italia presso un’azienda di torrefazione.

A pochi mesi dalla certificazione ufficiale di Premier Training Campus ricevuta da Sca, la nuova sala Q-Grader è così pronta ad offrire ai professionisti del settore la possibilità di diventare  Q-Grader Arabica certificati.