Home Notizie Eventi I 21 finalist...

I 21 finalisti del World Chocolate Masters a Berlino per prepararsi al Mondiale

È la prima volta che una gara di stampo culinario organizza un bootcamp per abbattere le barriere della diversità tra nazioni e culture. Per offrire l’opportunità inestimabile ai partecipanti di collaborare tra loro;

berlino

BERLINO  Come sarà il mondo tra 10 o 20 anni da oggi? E quale aspetto avranno le nostre creazioni al cioccolato preferite? E il gusto? Come sarà? La risposta sta nelle mani dei 21 finalisti del World Chocolate Masters.

Ragazzi provenienti da tutti i continenti, che si sono radunati a Berlino per esplorare il futuro della pasticceria e cioccolateria. Per 3 giorni, sono stati letteralmente sommersi da una serie interminabile di lungimiranti laboratori di design, arte, manualità e gusto.

È la prima volta che una gara di stampo culinario organizza un bootcamp per abbattere le barriere della diversità tra nazioni e culture.

Per offrire l’opportunità inestimabile ai partecipanti di collaborare tra loro; di entrare in contatto con prospettive diverse e trovare nuovi spunti.

Da Tokyo a Città del Messico, i 21 talenti da tener d’occhio si sono riuniti Berlino

Sono 21 i talenti emergenti della pasticceria che cambieranno gli occhi con cui il mondo guarderà alla cioccolateria e pasticceria nei prossimi anni.

Dopo un primo anno passato a prepararsi per le selezioni nazionali del World Chocolate Masters, i concorrenti hanno conquistato il titolo nazionale. Guadagnandosi così di diritto la possibilità di rappresentare la propria nazione alle finali del World Chocolate Masters che si terranno alla fine di quest’anno.

Stuzzicare il loro pensiero creativo e stimolare le loro funzioni cerebrali

Lo scopo finale è quello di elaborare il tema dell’edizione di quest’anno, Futropolis. Il World Chocolate Masters li ha invitati a prendere parte al primo bootcamp in assoluto mai organizzato da questa gara e che, per l’occasione, si è tenuto a Berlino.

La scelta di Berlino

Si deve al fatto che la città rappresenta un vero e proprio polo creativo europeo. In cui il retaggio passato “del vecchio mondo” si fonda con il suo approccio avanguardista al futuro. Portato avanti dalle sue innovative startup new tech e dal pullulante panorama artistico e scientifico.

“Nel corso del bootcamp, ho appreso nuovi modi per applicare la metodologia della progettazione alla realizzazione della mia pièce artistica.” Aravavinda Leelarathna (finalista – Medio Oriente).

Tre giorni di sessioni dedicate al futuro del cioccolato in pasticceria

“Nel 2030 sarà l’Asia a dar alla luce la maggior parte delle innovazioni.” “Per allora, le più grandi città del mondo avranno 37 milioni di abitanti. Le 10 maggiori città non saranno Parigi o Londra, bensì si troveranno in Asia e Africa.”

“Nel 2030 il prezzo degli alimenti raddoppierà.” “Come riusciremo a fornire energia, derrate alimentare e gestire la logistica di 37 milioni di persone?”.

“Come affronteremo lo spreco alimentare?”. “Come potranno i dessert e gli snack dolci essere al contempo salutare e golosi?”. “Gli alberi del cacao cresceranno nelle città?”

Questi sono solo alcuni degli interrogativi a tema che sono stati proposti in occasione del bootcamp del World Chocolate Masters a Berlino. Un ritiro pensato per mettere in discussione lo status quo. Spingendo i finalisti a riflettere sul nuovo mondo che avanza.

“Trova la tua strada. In tutto ciò che fai, assicurati che la giuria capisca chi sei.Yann Couvreur (pasticciere – Parigi).

Dalle sessioni dedicate alla creatività agli abbinamenti di gusto sperimentali

Lo scopo principale di questi bootcamp di Berlino consisteva naturalmente nel dare a tutti i finalisti l’opportunità di trovare nuovi spunti.

Per mettere in discussione il proprio pensiero, attraverso attività dedicate, tra gli altri, a design, gusto, energia e concentrazione.

La vera anima è il viaggio personale

Un percorso fatto di nuove conoscenze, scoperta di culture e prospettive diverse. Nonché l’apprendimento di nuovi modi per canalizzare la propria energia. Per trovare una nuova concentrazione mentale per liberare tutta la propria creatività.

In una sessione di allenamento con Brahim Asloum, ex campione internazionale di box, i finalisti hanno appreso a massimizzare le proprie energie. Mettendo a fuoco la propria concentrazione, senza perdere mai di vista ciò che accade nel mondo circostante.

L’esperto di vini e scienziato canadese François Chartier

Ha guidato i finalisti nel mondo dell’analisi molecolare degli ingredienti e del gusto. Sfidandoli a mettere in pratica le sue idee e trovare nuove combinazioni di gusto con il cioccolato.

In un’esercitazione pratica dedicata agli abbinamenti di gusto, ai finalisti è stata proposta una varietà di ingredienti scelti dalle cucine di tutto il mondo da abbinare alle coperture di cioccolato Cacao Barry.

Con l’intento di creare nuove sensazioni aromatiche e di gusto. Un’esercitazione ancora una volta intesa ad ampliare le vedute personali. Per spingerli a superare la tradizionale dicotomia tra dolce e salato.

Ritengo che il futuro sarà completamente trasparente e mobile. Vivremo in case trasparenti che potremo spostare in un luogo diverso quando vorremo. Attraverso la trasparenza potremmo mantenere il contatto con la natura in ogni momento.” Eun Heye Kim. (finalista – Corea del Sud)

La finale 2018 sarà diversa da tutte le finali precedenti

Il World Chocolate Masters è sempre stata una competizione all’insegna dell’innovazione. Ha saputo trasformare il proprio formato per imporsi come l’arena per eccellenza in cui vengono definiti i nuovi standard nel campo del cioccolato.

Per questa finale, è stato pensato un formato completamente inedito. Nelle prove, nella location e nel tipo di impulso che saprà dare al settore.

Questo perché, oggi più che mai, gli artigiani che vogliono restare al passo, essere veramente innovativi e differenziarsi, si trovano ad affrontare sfide senza precedenti.

Tre giorni di full immersion

I boot camp di Berlino hanno messo a disposizione dei suoi partecipanti un ventaglio di attività vario. Dalle testimonianze dei precedenti vincitori del World Chocolate Masters, come Vincent Vallée (FR) e il nuovo presidente di giuria Frank Haasnoot (NL); a discussioni interattive dedicate al processo creativo. Tenute da artisti e designer come Adam Johnston (Direttore UK di Andreu Carulla studio) e Benjamin Van Oost (BE).

L’argomento principe di tutte le sessioni è sempre stato il gusto

Con ospiti d’eccezione come l’uomo delle meraviglie della pasticceria francese, Yann Couvreur (FR) e il guru degli abbinamenti di gusto François Chartier (CA).

I fratelli olandesi Kamiel and Hendrik Buysse (NL) hanno deliziato i 21 finalisti con una cena a 12 portate. In cui i bouquet aromatici del cacao hanno incontrato i sentori salati, speziati e dolci, superando i confini del noto; una linea di demarcazione che si è assottigliata ulteriormente con l’abbinamento delle pietanze a cocktail diversi.

E visto che il tema di questi boot camp era il futuro, l’esperto di tendenze Tom Palmaerts (Trendwolves – BE) ha esplorato l’orizzonte dei futuri trend. Mentre Ramon Morato (ES) si è occupato di tradurle in creazioni di pasticceria e cioccolateria.

Dato che una gara si gioca anche sulla concentrazione e l’energia, l’ex campione di box Brahim Asloum (FR) ha svelato ai concorrenti i segreti della sua preparazione mentale.

In una sessione tutta all’insegna della massima energia.  Infine, non va dimenticato che i concorrenti hanno avuto la possibilità di lavorare sulle diverse prove creative. Per arrivare perfettamente preparati alla finale.

Il World Chocolate Masters: un viaggio in cui i talenti emergenti della pasticceria si mettono alla prova

Dalle ultime selezioni nazionali dello scorso gennaio, è stata ottenuta la rosa dei 21 finalisti della finale internazionale. Per la prima volta nella storia di questa giovane competizione, Cacao Barry ha organizzato un boot camp di 3 giorni pensato per offrire ai finalisti spunti di sollecitazione creativa e multisensoriale.

”Il World Chocolate Masters è molto più di una semplice gara e della sua classifica”. Spiega il Direttore Creativo Cacao Barry Ramon Morato.

“Partecipare significa intraprendere un viaggio personale. O meglio, una crescita personale. Nel corso dei mesi e delle settimane che ci separano dalla finale, i concorrenti sono chiamati a dare forma alle proprie idee; trovare dei maestri che sappiano sostenerli nel loro viaggio, confrontarsi con temi di attualità…e tal volta ricominciare da capo….perseguendo un unico obiettivo: riuscire a presentare la versione migliore possibile di sé e delle proprie idee alla finale.

Ecco perché i mesi che hanno davanti sono cruciali.  Ecco perché riteniamo che sia importante dare la possibilità a ogni finalista di incontrare persone provenienti da realtà molto diverse e con prospettive e opinioni altrettanto varie. 

Anche se l’esito della gara dipende dal risultato di prove individuali, siamo anche una comunità di Chef che si sostengono a vicenda e che resta aperta al nuovo. Ci auguriamo che ogni partecipante possa tornare a casa più forte e magari arricchito di nuove o diverse idee…”   

Futropolis: il futuro della gastronomia del cioccolato

Il tema della presente edizione “Futropolis” rappresenta un invito ai finalisti a riflettere sul futuro della gastronomia del cioccolato. Nello specifico, come le città del futuro sapranno influenzare il modo in cui viviamo, mangiamo, scegliamo… e ci deliziamo con il cioccolato.

La giuria è alla ricerca di nuove sorprendenti combinazioni di gusto che abbiano come protagonista il cioccolato; ma anche creazioni di pasticceria avanguardiste e un nuovo linguaggio di linee e forme. In grado di plasmare la pasticceria e cioccolateria di domani e il modo in cui si presenteranno ai consumatori.

Particolare attenzione andrà anche alle idee volte a ridurre l’impronta ecologica

Per portare proposte alimentari più salutari in tavola e reinterpretare le tradizioni locali.  Ogni prova creativa si appella alla capacità dei concorrenti di influenzare le preferenze dei consumatori; diventare fautori di tendenze e saper far uso delle nuove tecnologie.

Maggiori informazioni sul World Chocolate Masters sono disponibili sul sito.

Una gara pensata per gli Chef dai migliori Chef pasticcieri e cioccolatieri del mondo

Il World Chocolate Masters è una gara pensata per gli Chef dai migliori Chef pasticcieri e cioccolatieri del mondo.  La giuria è composta da esperti di spicco che rappresentano la pasticceria e cioccolateria di tutti i paesi partecipanti.

Alla loro guida, alla finale internazionale 2018, ci sarà l’ex World Chocolate Master Frank Haasnoot (NL) che, dopo la sua vittoria nel 2011, ha costruito una carriera internazionale e dominato il panorama della gastronomia di alto livello in Asia.

“Sono davvero impaziente di scoprire la scoppiettante creatività che caratterizzerà questa edizione. Il settore è cambiato enormemente negli ultimi 5 anni e non smette di evolvere.

Sarà entusiasmante quindi vedere quale nuova energia saprà infondere questo nuovo gruppo di professionisti di altissimo livello provenienti da tutto il mondo.”, spiega Haasnoot.

Spingersi oltre le barriere della creatività nel cioccolato

“Il World Chocolate Masters ha sempre rappresentato una piattaforma in cui i nuovi talenti hanno la possibilità di dimostrare di sapersi spingere oltre le frontiere del mondo del cioccolato.

Le creazioni presentate dagli Chef al concorso hanno spesso anticipato le nuove tendenze che da lì a poco avrebbero preso piede.

Adesso abbiamo alzato ancora un po’ l’asticella della competizione. In questa edizione, vogliamo vedere come i giovani Chef millennial sanno interpretare in modo nuovo il cioccolato; ma anche quali sono le loro idee in termini di creazione del gusto, la loro capacità nel saperlo combinare con elementi salati; piante, ingredienti locali, ecc.” spiega Joost Lindeman – Global Brand Manager di Cacao Barry.

La finale

La Finale Internazionale 2018 del World Chocolate Masters si svolgerà al:

Salon du Chocolat – Parigi – Porte de Versaille – Hall 4

31 ottobre – 2 novembre 2018

Visitabile durante gli orari di apertura della fiera.

L’evento sarà trasmesso in diretta streaming su: www.worldchocolatemasters.com facebook.com/worldchocolatemasters

Il canale World Chocolate Masters su youtube.com

Il World Chocolate Masters è un’iniziativa di Cacao Barry®, uno dei marchi dei marchi gourmet del gruppo

Barry Callebaut (www.worldchocolatemasters.com

Per seguire la Chocolate Academy Milano sui social:

Facebook: www.facebook.com/chocolateacademyMilano/

Twitter: twitter.com/ChocoAcademyMI

Instagram: chocolateacademymilano

Hashtag ufficiale: #ChocolateAcademyMI