domenica 26 Giugno 2022

WoC: ecco come potete accedere gratuitamente a tutte le conferenze

Da leggere

MILANO – Un vero parterre des rois per il programma di conferenze di World of Coffee (WoC) organizzato dalla Sca, in collaborazione con il Coffee Knowledge Hub e Simonelli Group. Previsti, tra il 23 e il 25 giugno, otto appuntamenti quotidiani che spazieranno in tutti gli ambiti tematici afferenti la filiera del caffè, animati da esperti internazionalmente noti. L’accesso alle due sale congressuali sarà libero per tutti i partecipanti dotati di un badge, sino a esaurimento dei posti disponibili.

Passeremo in rassegna, qui di seguito, alcuni degli interventi e dei temi salienti, rimandando a questo link per il programma completo delle conferenze di WoC

I mercati a termine del caffè e i loro riflessi sulla produzione e sul commercio saranno al centro dell’appuntamento di apertura, che sarà affidato a Ludovic Maillard, esperto che vanta un’esperienza più che ventennale nel settore del caffè verde e attivo da un decennio, con incarichi di rilievo, negli organigrammi e nei programmi educativi Sca.

Sarah Tischer di Neumann Kaffee Gruppe parlerà della più recente normativa di sostenibilità dell’Ue e del suo impatto sull’industria del caffè. Nel suo intervento fornirà indicazioni e suggerimenti utili agli operatori del settore per districarsi tra le nuove regole e adeguarsi per tempo alla loro applicazione.

Sempre in materia di legislazioni europee, Tomasz Wekwart – consulente legale in materia agroalimentare – fornirà una panoramica sugli aspetti più rilevanti della normativa Ue riguardante l’etichettatura del caffè.

Scienza, formazione e didattica in primo piano

La pandemia ha dato forte impulso alla didattica online anche in ambiti impensabili, come quello dell’analisi sensoriale.

Samo Smrke, dell’Università di scienze applicate di Zurigo (Zhaw), illustrerà dei metodi per condurre sessioni di assaggio a distanza traendo esempio dai corsi online del Certificate in Advanced Studies in Coffee Excellence dell’ateneo elvetico.

Formazione, educazione al consumo e didattica saranno anche al centro dell’intervento di Lauro Fioretti, responsabile dell’Education Center di Simonelli Group. Fioretti si soffermerà sull’evoluzione di elearning e digital training approfondendo in particolare content management systems (cms) e learning management systems (lms), con esempi di applicazioni pratiche.

Peter Giuliano, Chief Research Officer della Sca, si soffermerà specificamente sulle metodologie di assaggio e sulla migliore integrazione nei protocolli delle tecniche moderne delle scienze sensoriali.

L’assaggio del caffè sarà anche il tema dell’intervento di Ida Steen, sensorialista attiva presso la società di ricerca e consulenze danese CoffeeMind, che offrirà consigli e indicazioni pratiche su come perfezionarsi nell’assaggio del caffè.

Come l’acqua può cambiare la vita del barista sarà il tema trattato da Sergio Barbarisi, International Key Accounts Manager di Bwt water+more, che parlerà della migliore estrazione del caffè applicando le chart dello Sca Water Quality Handbook.

Ben due gli interventi dedicati al latte, ingrediente fondamentale in caffetteria, e alle sue alternative vegetali. Entrambi saranno affidati a Yulia Klimanova, ricercatrice dell’Università di Camerino e collaboratrice del Coffee Knowledge Hub.

Le varietà di Coffea arabica del futuro

Il futuro della coltivazione del caffè e la selezione delle varietà del domani, più produttive e resilienti, saranno il tema dell’intervento di Kraig Kraft, direttore per l’Asia e l’Africa del World Coffee Research.

Kraft presenterà i risultati preliminari dei test sensoriali compiuti su oltre un centinaio tra ibridi F1 e accessioni selvatiche di C. arabica.

Sebastian Opitz, responsabile per il caffè del Coffee Excellence Center della Zhaw parlerà invece del potenziale della cascara, l’infuso ottenuto dalle bucce di caffè.

Lemi Beksisa Waya, ricercatore dell’Ethiopian Institute of Agricultural Research, esplorerà le caratteristiche uniche dei caffè dell’Etiopia, tra passato e futuro.

Ampio spazio sarà dato anche ai temi dell’inclusività, della sostenibilità e alle problematiche di genere. Di sicuro interesse il contributo di Anneke Fermont, Sustainability Manager di Volcafe, intitolato “Utilizzo dell’approccio di genere per costruire una catena del valore del caffè più sostenibile – esperienze dall’Africa orientale”.

Di condizioni del lavoro femminile nel settore del caffè parlerà anche Rodrigo Mogrovejo, Chief Technical Advisor dell’Ilo, l’Organizzazione internazionale del lavoro.

Il programma della conferenza, con le schede di tutti i relatori è disponibile a questo link.

Ultime Notizie