CIMBALI M2
giovedì 13 Giugno 2024
  • CIMBALI M2

CMA, la Wmf punta al raddoppio del fatturato e al primo posto tra i produttori di macchine

La cessione definitiva della famiglia Dal Tio in autunno dopo l’analisi dei conti

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
  • Water and more
Carte Dozio
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

SUSEGANA (Treviso) – Raddoppio del fatturato, nuovi investimenti e raggiungimento del primo posto nella produzione delle macchine da caffè. Ecco i tre obiettivi come sono stati presentati a dipendenti e sindacati dalla dirigenza della Cma di Susegana, passata dallo scorso 4 aprile in mano alla Wmf, colosso tedesco dei prodotti per la casa che ha pagato 35 milioni alla famiglia Dal Tio, titolare della fabbrica trevigiana produttrice dei marchi Astoria e Wega.

Wmf fa nuovi investimenti per mantenere la leadership

L’accordo con i tedeschi dovrebbe concludersi entro settembre, quando sarà finita la fase di due diligence, operazione attraverso la quale la Wmf sta analizzando tutti i dati economici della Cma, sulla quale verranno puntati milioni di euro in investimenti con prospettiva di aumento dell’organico.

«Abbiamo ricevuto tutte le rassicurazioni del caso» dichiara Loris Scarpa della Fiom Cgil «Il subentro dei tedeschi avrà ricadute positive sul lavoro.

Le ipotesi sul futuro

Le ipotesi parlano già di aumento della produzione sia delle macchine tradizionali da caffè, sia per quelle automatiche, e potranno avvantaggiarsi della distribuzione su larga scala assicurata dalla vasta rete commerciale della Wmf, che punta a superare la Cimbali, primo operatore del comparto».

Le preoccupazioni iniziali manifestate dai 160 dipendenti attivi a Susegana, lasciati all’oscuro fino all’ultimo dell’accordo ora in essere, si sono dissipate in attesa di conoscere però il nuovo piano industriale, che dovrebbe mettere il turbo ai conti della Cma.

L’azienda gode già di buona salute, con un fatturato passato dai 29,6 milioni del 2009 ai 37,9 milioni del 2010, il 28% in più, giunto alla soglia dei 50 milioni a fine 2011.

Storia dell’azienda

Una realtà del metalmeccanico fondata nel 1969 da Nello Dal Tio (classe 1937) passata dalla piccola attività artigianale a volumi produttivi industriali con oltre 25.000 macchine sfornate ogni anno dalla fabbrica di Susegana.

Un pezzo importante dell’industria della Marca che ha saputo coniugare la produzione di macchine tradizionali a quelle completamente automatiche di nuova generazione, motore di un successo commerciale sia in Italia che all’estero.

Resta ancora da capire quale sarà il ruolo della famiglia Dal Tio, una volta giunto a compimento il processo di acquisizione.

I figli di Nello, Roberto e Sonia, sono rispettivamente amministratore delegato delle consociate Geec negli Stati Uniti e della Wega Srl in Italia, e risultano avere il 20% ciascuno delle azioni Cma.

La Württembergische Metallwarenfabrik fattura poco meno di un miliardo di euro l’anno. Le macchine da caffè valgono un terzo del giro d’affari, il resto deriva dalla produzione di pentole e posate.

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie