CIMBALI M2
giovedì 13 Giugno 2024
  • CIMBALI M2

Vending, Kkr compra Selecta: più vicino il polo con Argenta

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
  • Water and more
Carte Dozio
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

Sembra più vicina l’integrazione tra la svizzera Selecta e l’italiana Argenta, dopo che il colosso del private equity Usa Kkr ha comprato da Allianz Capital Partners oltre il 90% del capitale di Selecta, il leader europeo delle vending, con la restante quota che rimarrà in portafoglio al fondo Bluebay (scarica qui il comunicato stampa).

A valle dell’operazione, MF Milano Finanza sottolinea una serie di circostanze che avvalorano la tesi di una accelerazione del progetto di merger che era nel cassetto da tempo.

Kkr nel giugno 2014 aveva finanziato Selecta per 220 milioni di euro, sottoscrivendo un prestito subordinato PIK (con capitalizzazione a scadenza degli interessi) dotato di warrant per il 35-40% del capitale. Contemporaneamente il gruppo svizzero aveva rifinanziato il resto del debito con 550 milioni di euro di bond high yield.

Nel gennaio 2014 Kkr aveva invece investito 100 milioni di euro in azioni e obbligazioni del Gruppo Argenta, a sua volta specializzato nella distribuzione e gestione di macchine distributrici automatiche di snack e bevande calde e fredde.

Kkr era diventato così socio di minoranza accanto a Motion Equity Partners (che controlla Argenta tramite Settembre spa, che fa capo alla lussemburghese HGSC 3 sa) e aveva permesso alle banche finanziatrici Unicredit e Mediobanca di rientrare dei loro finanziamenti junior, parte del pacchetto erogato nel 2009 in occasione della ricapitalizzazione del gruppo.

Nel 2014 Argenta ha registrato un fatturato di 191,4 milioni (dai 196,8 milioni del 2013), un ebitda rettificato di 43,6 milioni (da 44,7 milioni) e un debito finanziario netto di 211,4 milioni (da 216,8).

Selecta ha invece terminato i nove mesi dell’esercizio 2014-2015 (che chiude al 30 settembre) con 540,4 milioni di ricavi (697 milioni nell’esercizio 2013-2014, 714 milioni nei 12 mesi a fine giugno 2015) e un ebitda rettificato di 86,7 milioni (127,4 milioni per il 2013-2014), con un debito netto di 886,4 milioni.

E a proposito di esercizi fiscali sfasati rispetto all’anno solare, poco meno di un mese fa le assemblee straordinarie della holding Settembre e di Argenta hanno entrambe deliberato di modificare la data di chiusura dell’esercizio fiscale a fine settembre, a partire da quest’anno, anticipando quindi la chiusura rispetto al 31 dicembre e allineandosi così alla chiusura di esercizio di Selecta.

Un fatto che certo potrebbe essere un caso, ma che alla luce dell’operazione Kkr-Selecta e alla luce del fatto cheda tempo le politiche degli acquisti dei due gruppi industriali sono perfettamente allineate, fa pensare che un progetto di merger tra Selecta e Argenta stia prendendo forma.

E c’è chi dice che il progetto potrebbe addirittura essere ancora più ampio e comprendere anche un’altra controllata di Kkr, la tedesca WMF produttore di macchine da caffè e di utensili da cucina, che Kkr ha delistato dalla Borsa di Francoforte l’anno scorso.

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie