CIMBALI M2
venerdì 14 Giugno 2024
  • CIMBALI M2

Ucimac: Majer resta presidente per il prossimo biennio, Ferrari e Giuli vice

L’associazione, in seno ad Assofoodtec/Anima Confindustria, rappresenta i produttori di macchine e attrezzature per caffè, professionali e semiprofessionali

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
  • Water and more
Carte Dozio
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – L’assemblea del primo giugno ha nominato il nuovo Consiglio generale di Ucimac, associazione dei costruttori italiani di macchine e attrezzature per caffè, professionali e semi professionali. Andrea Doglioni Majer (Carimali) è stato confermato presidente per il prossimo biennio e sono stati nominati in qualità di vice presidenti Ruggero Ferrari (Rancilio Group) e Maurizio Giuli (Simonelli Group).

La conferma del presidente di Ucimac

“Con il nuovo direttivo si conferma l’impostazione strategica già introdotta” ha commentato il presidente Andrea Doglioni Majer. “Il nostro obiettivo è vertere su un ampliamento della base associativa di Ucimac per avere una rappresentanza sempre maggiore. Negli anni, il mercato del caffè e dell’equipment è cambiato, dunque ora puntiamo ad attirare una serie di nuovi attori della nostra industria: nuove tecnologie e nuove aziende che si riconoscono nel caffè come punto di coesione”.

Ucimac rappresenta e tutela il settore delle macchine e attrezzature per caffè, professionali e semi professionali, promuovendone gli interessi in ambito nazionale e internazionale.

Un’eccellenza italiana che nel 2021 ha totalizzato un fatturato di oltre 500 milioni di euro e una quota export/fatturato superiore al 70% (dati Ufficio studi Anima). È il punto di riferimento per il supporto tecnico-normativo per le aziende associate e in grado di dare una risposta alle esigenze del settore.

L’associazione porterà avanti la linea delle attività già precedentemente avviate. “Tra i tavoli di lavoro più importanti” prosegue Doglioni Majer “Ucimac si sta occupando della raccolta di indagini statistiche molto dettagliate sui mercati globali delle macchine da caffè e delle attrezzature.”

“Un’altra priorità è il lavoro che il gruppo tecnico di Ucimac sta portando avanti nei tavoli di lavoro Cen (sicurezza e igiene per le macchine da caffè ad uso professionale e commerciale e i macinini ad uso professionale) e Cenelec (consumi energetici per le macchine da caffè ad uso professionale e commerciale).”

Andrea Doglioni Majer conclude: “Infine, una tematica fondamentale per Ucimac è l’internazionalizzazione, grazie alla quale è possibile dare maggiore visibilità ai fabbricanti italiani. Lavoreremo alla presa di contatto con le associazioni estere, pensando soprattutto a quelle presenti in Germania, ma con uno sguardo anche verso l’Asia e l’America”.

L’associazione Ucimac

Ucimac è l’associazione Costruttori macchine per caffè espresso e attrezzature per bar aderente ad Assofoodtec, federata Anima Confindustria.

La scheda sintetica di Anima Confindustria

Anima Confindustria è l’organizzazione industriale di categoria che, all’interno di Confindustria, rappresenta le aziende della meccanica varia e affine, un settore che occupa 223.960 addetti per un fatturato di 52,02 miliardi di euro e una quota export/fatturato del 57,1% (previsioni 2021
Ufficio Studi Anima).

I macrosettori rappresentati da Anima sono: edilizia e infrastrutture; movimentazione e logistica; produzione alimentare; produzione di energia; produzione industriale; sicurezza e ambiente.

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie