Home Il tè all&#82...

Il tè all’olio, la varietà della Cina meridionale patrimonio culturale immateriale

La varietà unica di tè, conosciuto nel Guangxi anche come caffè cinese, ha guadagnato popolarità tra gli Yao perché può migliorare la digestione, tra gli altri benefici per la salute. Nel 2008, il tè all'olio di Gongcheng è stato classificato come patrimonio culturale immateriale del Guangxi

tè all'olio
Guangxi Zhuang

NANNING (Xinhua) – Il tè all’olio, una bevanda tradizionale nella Cina del sud, adesso è stato riconosciuto come patrimonio culturale: un percorso che si sta provando a intraprendere anche per il rito del caffè italiano e che ha avuto successo per uno dei simboli di una specifica regione della Cina meridionale, Guangxi Zhuang. Leggiamo di cosa parliamo dall’ansa.it.

Tè all’olio, una varietà unica cinese

Vestito con il tradizionale costume etnico Yao, Lu Zhonglan, 56 anni, infila foglie di tè in una una pentola con un martello di legno mentre canta una canzone popolare.
Lu proviene dalla contea autonoma di Gongcheng Yao, nella Regione autonoma del Guangxi Zhuang, nella Cina meridionale, dove il tè all’olio è considerato il “biglietto da visita” della regione.

La varietà unica, conosciuto nel Guangxi anche come caffè cinese, ha guadagnato popolarità tra gli Yao perché può migliorare la digestione, tra gli altri benefici per la salute.
Nel 2008, questa specialità di Gongcheng è stata classificata come patrimonio culturale immateriale del Guangxi.

Nel frattempo, nel 2019, ha stabilito un Guinness World Record dopo che 2.019 persone hanno preparato contemporaneamente questa bevanda. “Una tazza segna l’inizio della nostra giornata, lo proviamo ogni giorno”, ha detto Lu, aggiungendo che il tè all’olio è un importante simbolo culturale della contea e l’essenza della locale cultura alimentare Yao.

La preparazione comprende diversi passaggi

Compreso il lavaggio, una frittura, il pestare le foglie e la bollitura, e tra questi il pestaggio è l’essenza.

“Il pestaggio delle foglie rende la bevanda molto più aromatica. Di solito si beve in una ciotola aggiungendo sale, riso fritto e arachidi”, ha affermato Lu.

Ou Xinjie, il proprietario di un ristorante che offre questa varietà, ha spiegato che le vendite stanno migliorando e che più di 1.000 persone vanno a bere il tè nel suo ristorante ogni giorno.

“Faremo bustine di tè all’olio e le venderemo attraverso i siti di e-commerce “, ha affermato Ou.

Nel 2019, i ricavi delle vendite del locale settore hanno raggiunto i 520 milioni di yuan, con oltre 3.400 posti di lavoro creati

La bevanda ha anche favorito il settore del turismo culturale locale. La decima edizione dell’Oil Tea Cultural Festival tenutasi di recente e a Gongcheng ha visto più di 100 banchetti di tè all’olio mentre durante l’evento sono state eseguite anche danze legate al tè all’olio.

“Questa è la prima volta che lo bevo. Anche se all’inizio aveva un sapore un po ‘amaro, mi sono abituato dopo averne bevuto un po’ di volte. Adoro gli ingredienti”, ha detto Wang Yuan, un turista dalla provincia del Sichuan.

“Il tè all’olio è motivo di vanto della nostra contea. Sono felice di presentare la cultura del tè all’olio a più visitatori. Vorrei accogliere più persone a Gongcheng per una tazza di tè all’olio “, ha affermato Lan Runping.