giovedì 11 Aprile 2024
  • CIMBALI M2
  • Triestespresso

Tanzania Coffee Board aprirà caffetterie mobili per aumentare il consumo della bevanda al 15% entro il 2025

Lo ha rivelato il direttore del TCB per la promozione e il controllo della qualità, Frank Mlay, durante un incontro con i media. Secondo il direttore, la mossa mira anche ad aumentare il mercato interno del caffè prodotto localmente e a ridurre la dipendenza dal mercato estero

Da leggere

Water and more
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

Tanzania Coffee Board pianifica di aprire diverse caffetterie mobili nei comuni per incrementare il consumo locale di caffè al 15% entro il 2025, rispetto all’attuale 7%. Le caffetterie mobili in questione saranno caratterizzate da attrezzature moderne. Leggiamo di seguito la prima parte dell’articolo pubblicato sul portale Africa24.it.

L’obiettivo di Tanzania Coffee Board

TANGA (Tanzania) – Tanzania Coffee Board (TCB) intende aprire caffetterie mobili nelle città e nei comuni. L’obiettivo è quello di portare il consumo locale di caffè al 15% entro il 2025, rispetto all’attuale 7%. Le caffetterie mobili saranno dotate di attrezzature moderne per la semplice preparazione di bevande a base di caffeina.

Triestespresso

Queste includeranno cappuccino, caffè latte, americano ed espresso e saranno a disposizione dei consumatori ovunque ne abbiano bisogno.

Lo ha rivelato qui nel fine settimana il direttore del TCB per la promozione e il controllo della qualità, Frank Mlay, durante un incontro con i media. Secondo il direttore, la mossa mira anche ad aumentare il mercato interno del caffè prodotto localmente e a ridurre la dipendenza dal mercato estero.

Secondo Mlay, oltre il 90% del caffè coltivato in Tanzania viene prodotto per l’esportazione, il che non è comunque uno svantaggio.

Tuttavia, il funzionario ha sfidato le parti interessate a identificare le aree adatte per le caffetterie mobili.

“L’idea è di vendere il caffè come si vendono i gelati per strada, ma in modo decente e igienico”, ha sottolineato.

Secondo Mlay, le prime caffetterie nell’ambito del programma saranno allestite nel corso del prossimo anno finanziario 2023/24.

“Gli investitori devono disporre di attrezzature moderne per la preparazione di bevande a base di caffeina. Ci rivolgiamo ai giovani per consentire loro di ottenere un reddito”, ha aggiunto.

Prima che il programma prenda il via, il TCB formerà coloro che intendono aprire e gestire i negozi mobili di caffè.

Per leggere la notizia completa basta cliccare qui

CIMBALI M2
  • LF Repa
  • Dalla Corte

Ultime Notizie

  • TME Cialdy Evo
Carte Dozio
Mumac