mercoledì 21 Febbraio 2024

Stop ai dehors sul suolo pubblico: la risposta degli esercenti

Al termine ultimo della fine del mese scatta l’ultimatum: gli esercenti dovranno rinunciare agli spazi concessi in via temporanea, oppure potranno scegliere di mantenerli a fronte però del pagamento di due euro e settanta centesimi al metro quadro su base giornaliera, come definito da regolamento del 2016

Da leggere

BELLUNO – Scade il 31 marzo la deroga che permetteva a bar e ristoranti l’occupazione di suolo pubblico a titolo gratuito per favorire il consumo ai clienti all’esterno del locale.  Al termine ultimo della fine del mese scatta perciò l’ultimatum: gli esercenti dovranno rinunciare agli spazi concessi in via temporanea, oppure potranno scegliere di mantenerli a fronte del pagamento di due euro e settanta centesimi al metro quadro su base giornaliera, come definito da regolamento del 2016.

La fine della deroga sui dehors

La risposta dei titolari non si fa attendere: per molti la riduzione della capienza dei dehors contribuisce alla mortificazione di un settore già in difficoltà.

Per approfondire l’argomento, riportiamo di seguito il video condotto da antennatre.

 

Ultime Notizie