Home Starbucks sos...

Starbucks sostiene anche i produttori di tè con Mercy Corps e il progetto Chai

Starbucks Tazo Il tè di Starbucks ustionata
Il tè di Starbucks

MILANO – L’impegno di Starbucks nella creazione di filiere etiche non si limita al caffè: quale membro dell’Ethical Tea Partnership, Starbucks lavora insieme ad altri acquirenti per migliorare le condizioni anche all’interno dell’industria del tè.

Con il marchio di tè Tazo, Starbucks si impegna a offrire ai propri clienti particolari miscele di alta qualità. Supporta inoltre le comunità che producono gli ingredienti del tè Tazo attraverso il progetto Chai (Iniziativa comunitaria per la salute e il progresso); in collaborazione con l’ong Mercy Corps.

Questo progetto risponde ai bisogni delle comunità di coltivatori di tè e spezie con servizi sanitari, coinvolgimento dei giovani e progresso economico. Dal 2003, Starbucks e i suoi fornitori di tè hanno contribuito con 2,4 milioni di dollari al progetto Chai; inclusi 530.000 dollari nell’anno fiscale 2008.

Alla fine dell’anno fiscale 2011, la Starbucks Foundation ha approvato una donazione di 750.000 dollari per sostenere il progetto Chai per i successivi tre anni.

Solo negli ultimi due anni, il progetto Chai ha aiutato a migliorare gli standard di vita di più di 28.000 residenti delle regioni Darjeeling e Assam in India e Alta Verapaz in Guatemala.