sabato 25 Giugno 2022

Starbucks by Nespresso: ecco le capsule con l’80% di alluminio riciclato

I nuovi modelli composti da un foglio di alluminio più sottile, affinché ogni capsula richieda il 9,2% di materiale di alluminio in meno rispetto alla composizione precedente

Da leggere

MILANO – Starbucks by Nespresso presenta una grande novità e porta nelle case dei consumatori le nuove capsule realizzate con l’80% di alluminio riciclato. Eccezionale barriera all’ossigeno, alla luce e all’umidità, non solo l’alluminio è in grado di garantire la freschezza e gli aromi del caffè di alta qualità, ma è anche infinitamente riciclabile, uno dei materiali più riutilizzati al mondo, tanto da essere rifuso e trasformato in nuovi oggetti, dando così una vita infinita dello stesso materiale.

Le nuove capsule Starbucks by Nespresso

Le nuove capsule Starbucks by Nespresso sono ora composte da un foglio di alluminio più sottile, affinché ogni capsula richieda il 9,2% di materiale di alluminio in meno rispetto alla composizione precedente.

Non solo, smaltendo correttamente le proprie capsule esauste attraverso le boutique Nespresso o nelle isole ecologiche partner dell’iniziativa, ognuno può diventare un vero ambasciatore della riciclabilità in modo semplice e veloce.

Collegandosi al sito, nella sezione sostenibilità e riciclo, grazie all’intuitivo strumento di ricerca sarà possibile individuare il punto di raccolta e/o l’area ecologica più vicina dove consegnare le capsule esauste in alluminio, e consentire così il processo di riciclo dell’alluminio e del caffè esausto.

Forte della collaborazione dei consumatori e grazie alla promozione di un’adeguata infrastruttura di riciclaggio, Starbucks si impegna affinché nessuna delle capsule vada dispersa nell’ambiente, mantenendo invariata la qualità e l’esperienza di gusto dei caffè a marchio.

Il contributo di Starbucks alla lotta ai cambiamenti climatici e il sostegno alle comunità locali non nasce oggi.

A partire dal 2013, sono infatti state messe in campo alcune azioni volte a garantire al caffè un futuro sostenibile attraverso l’acquisto di una piantagione di caffè in Costa Rica, diventata successivamente un centro globale di ricerca e sviluppo.

C’è di più: la condivisione di preziose linee guida, studiate in collaborazione con Conservation International, che forniscono criteri sociali, ambientali ed economici completi volti a sostenere e rafforzare le comunità del caffè.

Lo Starbucks Global Farmer Fund

Infine c’è lo Starbucks Global Farmer Fund in cui sono stati investiti dal brand 49 milioni di dollari, fondi che i coltivatori di caffè di tutto il mondo possono utilizzare per rinnovare le loro aziende e migliorare/innovare le pratiche agricole, così da essere ancora più produttivi.

Tutte le iniziative citate sono parte del più ampio piano portato avanti da Nestlé nell’ambito della sostenibilità e riflettono gli obiettivi del Gruppo.

In tema di riciclabilità, infatti, Nestlé mira ad avere il 100% dei suoi imballaggi riciclabili o riutilizzabili entro il 2025.

È così che scegliendo Starbucks, il cui caffè proviene al 99% da fonti etiche, il consumatore può compiere un’ottima scelta di caffè, per un’esperienza di consumo completa e sostenibile.

Ultime Notizie